Adecco Gold – L’Upea non si ferma più: affondata anche Brescia (2 VIDEO)

L'abbraccio del pubblico ai giocatori nel giro di campo finale

Prima giornata di ritorno dell’Adecco Gold con il “botto” per l’Upea Capo d’Orlando che in un gremito “PalaFantozzi” supera per 97-90 la Centrale del Latte Brescia in una sfida di grande intensità agonistica e contenuti tecnici.

I paladini di coach Pozzecco, freschi della conquista del pass per la “final six” di Coppa Italia (a marzo), trovano sulla loro strada una delle avversarie più attrezzate per il salto di categoria, e sul campo dimostrano di avere anch’essi credenziali valide per ambirci senza timori reverenziali o scaramantiche prudenze.

Coach Gianmarco Pozzecco

Coach Gianmarco Pozzecco

Dopo un mese di assenza si rivede in campo Mays: l’americano parte dalla panchina e offre il proprio contributo alla causa, anche se non ha ancora ritrovato lo smalto ottimale. Regia affidata al diciottenne Laquintana che conferma ancora una volta le proprie qualità, mentre un’influenza costringe al forfait Cefarelli.

La “leonessa” di coach Martelossi esce sconfitta e nel computo delle due sfide è superata nella differenza canestri, ma non demerita e non esce ridimensionata a dispetto delle difficoltà incontrate dal proprio reparto lunghi e dalla giornata anonima di Giddens.

Grande intensità agonistica sin dalla palla a due con il punteggio che inizia a lievitare tra i reciproci tentativi di piccoli break, e periodo che si chiude con un salomonico 23-23 in cui si distingue anche l’eleganza ed efficacia dell’applaudito ex Tamar Slay.

Il secondo quarto si apre con i canestri di Di Bella e Bushati, e coach Pozzecco prontamente interviene per richiamare i suoi. Il momento si conferma, però, propizio agli ospiti che prendono il timone del match, ma non il largo neppure dopo un tecnico fischiato al tecnico triestino che scatena le proteste del pubblico. Fultz sbaglia il primo libero, Bushati trova poi una tripla con fallo, ma fallendo l’aggiuntivo per il +7 (31-38) degli ospiti.

La reazione dei padroni di casa è veemente: Archie mette un filotto firmando il riaggancio e Nicevic riporta avanti i suoi. Rinaldi e Fultz dai liberi aprono la via ad un finale avvincente cui risponde Portannese. Di Bella firma il 42-43, ovvero quello che sarà l’ultimo vantaggio della Leonessa, infilzata dai paladini con Nicevic e Basile dalla lunetta, e da Soragna a 10″ dall’intervallo con le squadre che rientrano negli spogliatoi sul 48-43.

Matteo Soragna

Matteo Soragna

Al rientro dopo le prime schermaglie, l’Upea trova la “svolta” con una difesa forte a zona  che manda in tilt la fluidità del gioco di Brescia con Martelossi costretto al time out a metà del periodo dopo due “bombe” consecutive di capitan Soragna.

Si ritorna in campo, Rinaldi colleziona il quarto fallo e le proteste costano anche un tecnico alla panchina degli ospiti che sembrano sulle gambe, e restano in gara grazie alle giocate individuali di Di Bella e Slay, mentre dalla media Nicevic è una sentenza. Il periodo si esaurisce con Portannese che deposita nella retina un’invenzione di Basile per il 75-61,

L'abbraccio del pubblico ai giocatori nel giro di campo finale

L’abbraccio del pubblico ai giocatori nel giro di campo finale

L’Upea prova ad amministrare il gioco con il cronometro in pugno, ma non riesce a sfruttare appieno neppure il nervosismo ospite che rimediano un nuovo tecnico a Bushati. Anzi, proprio il giocatore di origini albanesi è il simbolo della tenacia di Brescia che con una zona press aggressiva nella metà campo paladina riduce progressivamente le distanze.

Ospiti mai domi pur perdendo per falli Giddens e Rinaldi, e distanze accorciate ad appena quattro punti ad un minuto e più dalla sirena. Una nuova prodezza balistica di Soragna e i passi fischiati in attacco a Bushati mettono la parola fine alla contesa con l’0rlandina che porta a spasso la palla a spicchi e festeggia il quarto successo consecutivo che vale la seconda posizione in classifica con 22 punti, in coabitazione con Veroli e Torino, ad appena due dalla leader Trento e più due sull’Angelico Biella, prossima avversaria.

Tabellino:

Upea Capo d’Orlando-Centrale del Latte Brescia 97-90

Parziali: 23-23, 25-20, 27-18, 22-29;

Upea Capo d’Orlando: Laquintana 11, Portannese 15, Soragna 16, Archie 21, Nicevic 22, Basile 3, Mays 6, Benevelli 3, Ciribeni, Busco ne. Coach: Gianmarco Pozzecco.

Centrale del Latte Brescia: Procacci 5, Fultz 4, Giddens 6, Slay 26, Rinaldi 4, Bushati 10, Di Bella 24, Loschi 9, Cuccarolo 2, Maspero. Coach: Alberto Martelossi.

Arbitri: Claudio Di Toro, Marco Sivieri e Marco Pierantozzi.

Questo il video degli ultimi istanti di partita e l’esplosione di gioia del PalaFantozzi per la vittoria dell’Orlandina su Brescia:

Questo il video dell’alley-oop di Gianluca Basile per Marco Portannese che fissa il punteggio sul 75-61 a 5” dalla sirena del terzo quarto:

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti