Barcellona sospesa tra mercato e rilancio in classifica. Iurato: “Stiamo acquisendo consapevolezza nei nostri mezzi”

Un time outi di Marco Calvani (sigma Barcellona)
Un time outi di Marco Calvani (sigma Barcellona)

Un time out di Marco Calvani (Sigma Barcellona)

Nonostante le difficoltà d’organico che a più riprese hanno privato il roster di diverse pedine fondamentali, la Sigma Barcellona non cerca scusanti e recriminazioni di sorta ed in virtù di una qualità di gioco ritrovata, viaggia ad un ritmo sostenuto, come testimoniato dalle cinque vittorie ottenute nelle ultime sei partite della gestione Calvani. In un torneo caratterizzato dal massimo equilibrio come la DNA Gold, la continuità di rendimento è un requisito troppo importante per ciascuna squadra che vuole aspirare legittimamente a vivere una stagione di vertice. Barcellona sin dalla costruzione della squadra avvenuta in estate non si è mai nascosta e, pur tra mille peripezie, ha dimostrato di voler arrivare nelle migliori condizioni fisiche e mentali all’inizio dei playoff per poi giocarsi il tutto per tutto al tavolo delle contendenti alla promozione nell’Olimpo del basket. Nell’ultima sfida casalinga contro Jesi, pur con l’assenza di Ganeto, l’ala è stata bloccata da un problema all’adduttore, il suo recupero andrà valutato nella settimana di avvicinamento alla trasferta di Biella, e quella di capitan Maresca, il giocatore romano così come ad Imola non è stato utilizzato e potrebbe venire risparmiato anche domenica in Piemonte, si è ammirata una squadra che ha badato al sodo e si è resa protagonista di un primo quarto da incorniciare chiuso sul 27-13. La Fileni col passare de minuti è ritornata in gara ma Barcellona ha sempre tenuto la testa avanti, dando l’impressione di credere fermamente al successo. Da sottolineare il ritorno in campo del pivot Toppo dopo l’operazione al ginocchio e la piena consapevolezza tecnica acquisita da Natali e Pinton, entrambi in evidente ripresa dopo le noie muscolari accusate ad inizio anno che restituiscono allo staff tecnico due giocatori preziosi da reinserire nei rispettivi ruoli d’appartenenza. Con queste premesse è facile intuire come in seno alla società giallorossa si stiano vivendo in modo febbrile le ultime ore di mercato, la finestra per i tesseramenti scade venerdì 28, data ultima dopo la quale si potranno firmare solo giocatori comunitari o stranieri che non hanno giocato nei campionati italiani.

Il GM Antonello Riva sta seguendo diverse trattative di mercato

Il GM Antonello Riva sta seguendo diverse trattative di mercato

Il presidente della Sigma Bonina ha dato ampia disponibilità al suo staff di compiere l’ennesimo sforzo sulla strada delle ambizioni ed il GM Riva sta seguendo in tal senso numerose trattative, sia del campionato di serie A che di Adecco Gold, al fine di poter formalizzare la classica fumata bianca col giocatore deputato ad innalzare il tasso tecnico di una squadra di per sé già molto forte. Nella consapevolezza che col recupero di tutti i giocatori il reparto lunghi offre ampie garanzie, l’innesto avverrebbe, il condizionale è d’obbligo in un mercato povero di veri affari, nel settore esterni per regalare a con Calvani ed al suo staff quell’atleta che uscendo dalla panchina permetterebbe sia di far rifiatare i titolari, sia di regalare imprevedibilità all’attacco dei giallorossi, che comunque con oltre 81 punti di media è il primo incontrastato della categoria.

Il giovane Iurato contende un rimbalzo al totem Maggioli

Il giovane Carmelo Iurato contende un rimbalzo al totem di Jesi Maggioli

Chi ha dimostrato di non farsi distrarre da queste voci ma continua a lavorare duro in palestra per il bene della squadra e per la sua completa maturazione, al fine di ritagliarsi sempre maggiore spazio è l’under ragusano Carmelo Iurato, che domenica è partito in quintetto, rendendosi protagonista di una prestazione tutta cuore in quasi venti minuti sul parquet: “Sono consapevole di avere chiaramente meno esperienza rispetto ai miei compagni ma dal punto di vista della generosità non mi risparmio e mi butto su tutti i palloni vaganti. L’importante è dare tutto e che la squadra non perda di aggressività. Mi mancava il canestro in casa, è stata un’emozione bellissima segnare la tripla davanti al pubblico amico, che per lo più sono miei amici. Non do peso all’etichetta dell’”under” con cui vengo nominato, il mio compito è quello che col mio ingresso in campo la squadra non si disunisca ma mantenga la stessa intensità e non perda il giusto equilibrio”.
Non è sfuggito agli addetti ai lavori come il classe ’94 ibleo negli ultimi tempi stia entrando sempre più nelle gerarchie di coach Calvani: “E’ dalla sfida casalinga con Brescia che mi sento responsabilizzato. L’allenatore non ha bisogno di particolari presentazioni, apprezza il lavoro in settimana, rispetta i valori e guarda alla qualità degli allenamenti. Gestisce le rotazioni e poi decide, infonde insegnamenti a tutti, dai più esperti come Fantoni e Toppo a noi più giovani. Se hai fame in settimana, lo puoi dimostrare in campo la domenica”.
Iurato guarda poi alle condizioni della squadra, consapevole che il gruppo di Barcellona ha tutto per poter fare bene: “Stiamo avendo qualche infortunio di troppo, comunque le condizioni sia di Ganeto che Maresca migliorano. E’ da dicembre qundo c’era coach Perdichizzi che non siamo al completo, la rosa sta crescendo gradualmente e quando saremo tutti le nostre potenzialità si innalzeranno”.
Infine attenzione dedicata alla trasferta di Biella (i piemontesi hanno perso per il resto della stagione la stella e capitano della Nazionale under 20 Marco Laganà e potrebbero ricorrere al mercato per rimpiazzarlo, ndc), vero scontro diretto in chiave quarto posto: “Già da martedì stiamo lavorando in quest’ottica con la mentalità vincente. E’ una partita fondamentale, in caso di vittoria potremmo isolarci al quarto posto nella speranza di una passo falso delle prime tre della classe (Trento, Orlandina e Torino, ndc). Hanno anche loro 28 punti, sarà un banco di prova importante nella corsa playoff, che è poi il nostro reale obiettivo per il quale vogliamo arrivare nelle migliori condizioni”.

Commenta su Facebook

commenti