Upea, Griccioli: “Con questo spirito non ci poniamo limiti. Vogliamo recuperare gli infortunati”

L’Upea Orlandina vola in casa, ottiene il quinto successo consecutivo al PalaFantozzi e si issa a dodici punti in classifica. Secca sconfitta per una Venezia che fino ad oggi era una delle migliori squadre ammirate in trasferta ma che in Sicilia non è mai entrata realmente in partita. In sala stampa Charlie Recalcati non cerca scuse: “Venezia troppo brutta per essere vera? Voglio fare i complimenti a Capo D’Orlando, allo staff e ai giocatori, hanno preparato bene la partita e l’hanno saputa anche portare in campo. Noi non siamo riusciti a fare quello che avremmo voluto, ci siamo fatti sorprendere e questa è una grossa pecca per una squadra che ambisce a certe posizioni di classifica, non abbiamo speso bene i falli. Abbiamo reagito nel secondo tempo ma non abbiamo trovato i canestri, tirando male. Se volevamo sperare di recuperare dovevamo esssere piu cinici in difesa, non siamo mai riusciti a spaventare capo d’Orlando. Abbiamo provato vari quintetti, guadagnando qualcosa in attacco, ma perdendo qualcosa dietro, mi riesce difficile trovare qualcosa di positivo in questa serata. Seconda sconfitta consecutiva che secondo me non ci ridemnesiona l’obbiettivo è disputare final eight di Coppa e playoff, ci siamo trovati in testa ma non è che diventando primi siamo diventati una squadra da titolo, dopo una sconfitta così non siamo neanche una squadra da buttare via. E’ chiaro l’appetito viene mangiando ma dobbiamo essere realisti, fare tesoro di questa sconfitta e ripartire”.

Giulio Griccioli (Upea)

Giulio Griccioli (Upea)

Soddisfazione e consapevolezza dei propri mezzi, il tecnico paladino Giulio Griccioli saluta l’ennesimo bagno di folla casalingo per i suoi ragazzi che hanno annichilito Venezia e confermano cinque successi di vantaggio sull’ultima posizione occupata da Caserta. Per un’Orlandina così positiva, forse guardare esclusivamente alla lotta salvezza è riduttivo. Le parole del tecnico senese: “La stima di Carlo fa piacere, Charlie è un pezzo di storia della mia società (Siena, ndc) ero con lui quando abbiamo visto il primo scudetto, la soddisfazione dei suoi complimenti è immensa. Abbiamo giocato una partita di grande energia, non potevamo andare per il sottile contro una squadra esperta, volevamo “incasinarla” un po’ siamo stati pugnaci in tutte le situazioni difficili, sono stati a galla nel primo tempo grazie ai rimbalzi offensivi, l’impatto che abbiamo avuto nel terzo periodo ci ha dato la possibilità di chiuderla, abbiamo sfruttato gli errori di venezia per chiudere la partita, grazie anche a un grande Austin Freeman. Ci hanno messo un po’ in difficoltà con la zona match up. Ci prendiamo una settimana di break per ggestire al meglio la situazione degli infortuni. In casa ci esprimiamo meglio? Venezia ha vinto tanto fuori, ma non aveva giocato a capo d’orlando e abbiamo fatto capire agli ospiti che giocare qui è diverso, a volte fuori casa ti mettono le mani addosso e non ti viene fischiato il contatto, dobbiamo lavorare sulla forza mentale per giocarcela in trasferta, aspettiamo il rientro degli altri. Chiudiamo a 12 punti l’andata, con 10 punti sull’ultima, siamo più vicini alla colonna sinistra della classifica, piuttosto che alla destra, considerate le condizioni abbiamo probabilmente fatto di piu di quanto possibile, alla fine abbiamo battutto squadre piu forti perdendo qualche punto contro quelle al nostro livello. L’asticella delle ambizioni si alza sicuramente, con una squadra al completo voglio vedere dove arriveremo. Se temo di perdere un Freeman così? Magari vendendolo prendiamo uno più forte” scherza Griccioli. “Oggi abbiamo fatto una difesa super, sembravamo in dieci, li abbiamo costretti a tre quattro infrazioni di 24 secondi e a una percentuale bassissima da tre punti”.
Subito dopo la sirena finale anche il patron Enzo Sindoni ha festeggiato il successo e sottolineato i meriti della truppa biancoazzurra: “La partita non è mai stata in discussione, quinta di fila in casa, eguagliata la serie record della stagione 2007. Siamo in linea con i programmi d’inizio stagione, certo sarà difficile confermare coach Griccioli dopo un girone d’andata del genere. Anche Freeman superlativo, lui ha un contratto con noi anche per la prossima stagione e questo per noi vale tanto, i nostri giocatori sanno che resteranno qui fin quando avranno le motivazioni necessarie indossando la nostra maglia. Questa è la centoventesima partita in serie A, il centoventesimo miracolo del nostra paese ma puntiamo sempre a migliorarci”.

Austin Freeman

Austin Freeman

Infine il commento di uno degli mvp della gara in casa paladina, il solito Austin Freeman: “Abbiamo iniziato sin da subito giocando duro e insieme, sappiamo di essere una buona squadra e dobbiamo continuare così in ogni gare. Il PalaFantozzi è il nostro sesto uomo, sono sempre in tanti alle gare e ci aiutano davvero a vincere.. e noi li vogliamo fare ancora felici”.

Commenta su Facebook

commenti