Non basta un monumentale Shepherd. L’Orange Moon Barcellona cede a Lodi all’ultimo tiro

Orange Moon Barcellona

Casalpusterlengo saluta con una vittoria il pubblico del PalaCampus, l’Orange Moon Barcellona cade nel finale sul punteggio di 82-78 ed incassa la sconfitta dopo gli ultimi due successi consecutivi colti su Biella, unico in trasferta e Brescia. I giallorossi chiudono una stagione travagliata al dodicesimo posto onorando però nel migliore dei modi il torneo di serie A2 Gold.
Va quindi all’Assigeco Casalpusterlengo una gara combattuta e sostanzialmente equilibrata per tutto l’arco dei quaranta minuti. Un confronto che si è acceso sensibilmente dopo l’intervallo lungo e che si è risolto per 82-78 in favore dei lombardi che chiudono positivamente la stagione del ritorno dopo due anni in serie A2 Gold sorpassando all’ultima curva proprio Barcellona in undicesima posizione. Barcellona, che paga un ultimo quarto da 27-19, invece ha convissuto superando tante vicissitudini societarie, ma è comunque riuscita a concludere l’anno anche con qualche rammarico per aver solo sfiorato l’accesso ai playoff in cui è stata grande protagonista negli ultimi quattro anni. Per Casalpusterlengo 22 punti, 7 assist e 5 rubate per Howard Sant-Roos (sua una tripla col fallo decisiva nel finale), 16 per l’ex Upea Mitchell Poletti.

Saant-Roos (Casalpusterlengo)

Saant-Roos (Casalpusterlengo), 22 punti per lui

Per Barcellona 31 punti e massimo in stagione per l’ala canadese Jevohn Shepherd, 11 per il capitano Giuliano Maresca, 10 con 11 rimbalzi per Luca Garri, 10 con 7 rimbalzi per Matteo Da Ros.
La gara vede una partenza fulminea dei siciliani che con Shepherd e Garri prendono il largo, spenta dalle folate di Young e Sant-Roos, Poletti sotto le plance fa il resto il quarto si chiude con i locali avanti ed in recupero emotivo e motivazionale.
La velocità di Marchetti, grande crescita nella seconda parte di stagione per il play romano, mette a dura prova le difese rossoblu, Da Ros lotta nel pitturato con capitan Chiumenti e Shepherd scalda la mano dalla distanza. Carrizo è un fattore dalla linea dei tre punti e Chiumenti finalizza un gioco da tre. Capitan Maresca risponde all’entrata di Young, Vencato fa respirare Saccaggi ed è sempre Shepherd a far molto male alla non sempre attenta difesa lombardo. Carrizo esplode il braccio da tre e Vencato lo imita salutato dal boato del PalaCampus. Il tempo si chiude in sostanziale parità. Un gioco spumeggiante e veloce accontenta il pubblico ormai in vacanza cestistica.
Intanto Shepherd si propone come il signore del parquet con una prima parte di gara da 19 punti (5/7;2/3), 4 rimbalzi e 4 falli subiti. Si riprende a giocare con il tabellone che segna 37-36. Il primo squillo arriva da Saccaggi che la mette dalla lunga e subito gli ospiti perdono palla sui 24’’ troppo valoci. Le incursioni di Saccaggi che smista per Poletti e Ricci, serata speciale per lui entrano nelle crepe della difesa giallorosa. Maresca e Marchetti ribattono con puntualità, ma è un buon momento per i fucilieri di Casalpusterlengo che con Ricci e Young pungono da lontano. Siamo a fine stagione per le due squadre in campo, ma il bel gioco non è dimenticato da nessuno. Ci si diverte. Non c’è l’assillo del punteggio a tutti i costi, ci si può permettere qualche leziosità in più. E gli applausi scrosciano. Copiosi e convinti. Vencato stoppa Marchetti che tenta l’entrata, ma l’americano di Sicilia e Da Ros confezionano un vantaggio di 4 punti che rimane al numeratore per l’inizio degli ultimi 10’ di campionato.

31 punti per Jevohn Shepherd (foto Brigandì)

31 punti per Jevohn Shepherd (foto Brigandì)

Il punteggio conta poco. Ma a nessuno piace perdere. E allora un po’ di agonismo, Maresca a rincorrere Sant-Roos e Spizzichini in difesa su Vencato che la mette da tre. Il cronometro corre verso l’ultima sirena, Barcellona non molla, anzi, è avanti a metà periodo  66-68. Shepherd batte Young in entrata e Garri schiaffeggia il polso di Sant-Roos. 2/2 parità. Coach sceriffo Perdichizzi muove la panca, vede l’occasione buona e vicina; non vuole lasciarsela sfuggire. Coach Zanchi si agita: non vuole finire con una scivolata. Ultimo minuto. Gioco da tre di Sant-Roos e Maresca dalla lunga. Ultimi secondi molto caldi Sant-Roos in lunetta non sbaglia. Garri sì e fa ½. 19’’da giocare. Fallo sistematico. Valeva la pena non perdere l’ultimo atto. Shepherd e Young a punti dalla lunetta. Si decide tutto sul filo del rasoio. Il tentativo di Maresca centra il ferro e finisce così con l’Assigeco che vince e il PalaCampus che scoppia nell’ultimo caldo applauso. Sconfitta che anticipa le meritate vacanze per il team giallorosso che avrà tutto il tempo di pianificare la nuova stagione nella speranza di riuscire in primis a consolidare la compagine societaria e poi salvaguardare una piazza storica nel panorama del secondo campionato nazionale di pallacanestro ed una tifoseria tra le più innamorate e passionali della cadetteria.

Assigeco Casalpusterlengo-Orange Moon Barcellona 82-78
Parziali: 17-16; 37-36; 55-59; 82-78
Assigeco: Saccaggi 9, Poletti 16, Costa, Vencato 6, Chiumenti 3, Ricci 9, Sgorbati, Young 9, Sant-Roos 22, Maghet, Carrizo 8. All: Andrea Zanchi. Vice: Michele Carrea.
Barcellona: Varotta, Marchetti 9, Spizzichini 7, Fiorito, Maresca 11, Leonzio, Shepherd 31, Garri 10, Pettineo, Da Ros 10. All: Giovanni Perdichizzi. Vice: Francesco Triboli.

Questi gli accoppiamenti Play Off (nel primo turno incrocio con le squadre di A2 Silver):
A) vincente vs 1) VERONA
– 8) Moncada Agrigento vs De’ Longhi Treviso
B) vincente vs 4) CASALE MONFERRATO
– 5) Angelico Biella vs Remer Treviglio
C) vincente vs 2) BRESCIA
– 7) Pall. Trieste vs Mobyt Ferrara
D) vincente vs 3) TORINO
– 6) Fmc Ferentino vs Basket Recanati

Commenta su Facebook

commenti