La Costa riapre i giochi playoff. Condello: “Siamo una squadra pazza, ora vincere con Ragusa e sperare”

Spogliatoio Costa d'Orlando

A quaranta minuti dalla fine della stagione regolare di serie C Nazionale tutto ritorna in discussione in ottica terzo posto e qualificazione agli spareggi playoff. Come in uno dei migliori film gialli le emozioni non mancano e Sport è Cultura Patti ed Irritec Costa d’Orlando continuano a duellare l’una fianco all’altra. Dopo l’exploit del PalaSerranò la Costa di coach Giuseppe Condello riapre totalmente i giochi e spera di acciuffare in extremis il pass promozione. Tutto dipenderà dal successo interno con Ragusa e dal risultato dell’altro big match di giornata, la sfida del PalaBotteghelle tra Vis Reggio, ritornata in lizza per il primo posto e appunto Sport Patti, ancora avanti rispetto alla Irritec per via della differenza negli scontri diretti, col team del tecnico Pippo Sidoti che di certo farà di tutto per rimediare al ko casalingo patito nel derby.
Con tutte questa combinazioni possibili che regalano grande incertezza e pathos nell’animo dei tifosi il tecnico biancorosso analizza il day after della sua squadra.
“Questa vittoria certifica che alleno una squadra di pazzi, siamo capaci di perdere in campi “facili” e poi rialzarsi in parquet molto ostici. A Patti giocavamo una gara difficile sotto tutti i punti di vista, sia tecnico che tattico, Patti è una squadra molto forte con atleti di ottima levatura come Mori e Jovic su tutti. Siamo riusciti ad imbrigliarli pur sapendo di concedere loro centimetri sotto canestro. Eppure in partita non abbiamo subito così tanto ed è stato fondamentale per il nostro successo”.

Un'entrata di Antonio Fazio (Costa)

Un’entrata di Antonio Fazio (Costa)

Qualche errore sotto canestro non ha permesso di completare il progetto di rimonta dei paladini, ovvero ribaltare la differenza canestri (Patti violò il PalaValenti di sei punti, ndc).
“Abbiamo sbagliato dei tiri facili e da distanza ravvicinata. Le partite però vanno così e si decidono sui singoli episodi. Non siamo riusciti a ribaltare il gap nonostante avessimo l’ultimo tiro utile nell’ultimo possesso. Sono comunque contento, abbiamo un’altra settimana di lavoro per pensare a Ragusa dove cercheremo un risultato positivo”.
Il compito è già stato assegnato alla Costa, ovvero vincere in casa e sperare che la Vis superi lo Sport Patti per chiudere i conti e riagganciare la terza piazza.
“Innanzitutto pensiamo a Ragusa poi guarderemo alla gara di Reggio Calabria, pur sapendo che la Vis è interessata dal fatto di voler arrivare prima in classifica per garantirsi le prime due gare entrambe in casa della seconda fase ed evitare l’incrocio con alcune corazzate degli altri gironi (ad esempio Scauri, ndc). Proveranno a vincere anche per riscattare l’andata dove hanno perso seccamente. Speriamo bene ma pensiamo in primis a noi”.

I giocatori dello Sport Patti

I giocatori dello Sport Patti

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma