Galfano: “Match condizionato dall’arbitraggio. Ho poco da rimproverare ai miei”

La delusione di Mister Galfano

Un ko quasi impossibile da digerire. Lo 0-1 nel derby con il Due Torri, per effetto del rigore trasformato al 95′ da Pitarresi, rischia di pesare come un macigno per la Tiger Brolo. Relativamente alla direzione di gara il tecnico giallonero Angelo Galfano non le manda a dire nell’intervista concessa al sito ufficiale del club: “L’analisi di questa partita è semplicissima, perchè in dieci uomini eravamo riusciti a vincere senza aver subìto un solo tiro porta nel secondo tempo. Invece ci è stato annullato un gol regolare ed è stato assegnato agli avversari un rigore inesistente. Il giocatore stava andando fuori area e l’unica cosa che poteva fare è buttarsi. Ha dell’incredibile, così come l’espulsione di Di Senso, mentre il regolamento in altri casi non è stato affatto applicato”.

Saain in forcing su Ingrassia

Saani in forcing su Ingrassia

“Non mi sono mai attaccato a queste cose – ha proseguito Galfano – ma gli episodi fanno la differenza. Arbitro e assistenti hanno preso degli abbagli e contro questo non puoi lottare. Ho poco da rimproverare alla squadra, abbiamo fatto il massimo e queste situazioni hanno condizionato tutto. La mia espulsione? Ho solo chiesto all’arbitro cosa si fosse inventato”.

Negli ultimi due turni di regular season per la Tiger Brolo ci saranno le sfide contro Battipagliese e Sorrento. I gialloneri, fermi a quota 29, devono guardarsi dal ritorno del Montalto per scongiurare la retrocessione diretta ed agganciare i playout. “Non guardiamo agli altri, dovevamo vincere con il Due Torri, sapevamo che era una sfida determinante. In altre partite, però, avevo qualcosa da dire alla squadra, questa volta no. Adesso serviranno sei punti per i playout, dipendiamo ancora da noi e ci attende uno spareggio già domenica a Battipaglia”.

Commenta su Facebook

commenti