Addessi: “Finalmente mi sento bene. Creiamo tanto, ora alziamo l’attenzione”

Vacca e AddessiRaffaele Vacca e Simone Addessi nella vasca di acqua fredda a fine allenamento

Tra i ventuno convocati per la partitissima con l’Acireale c’è anche l’esterno Simone Addessi, prelevato in estate dalla Cavese e finalmente sulla via del pieno recupero: “Personalmente mi sento bene. Ho ripreso ad allenarmi con il gruppo e il mister ha ritenuto opportuno portarmi a Rotonda, anche se bisogna considerare che il resto del gruppo si allena da agosto. Ovviamente ancora non ho i novanta minuti nelle gambe”.

Acr Messina

L’undici titolare dell’Acr Messina a Rotonda

Il calciatore originario di Latina sta colmando il gap con i compagni: “Il mio problema fisico risale a gennaio, quando ero a Cava dei Tirreni: pensavo di averlo risolto ma all’inizio del ritiro l’ho riaccusato e mi sono dovuto fermare. Ho messo alle spalle un periodo non bello a livello personale per queste noie fisiche al tendine, non vedevo l’ora di tornare in campo. Per me è una gioia stare con i compagni”.

Al “Franco Scoglio” sarà di scena un’altra delle candidate al salto di categoria: “Siamo consapevoli dell’importanza della partita con l’Acireale ma siamo pur sempre alla quarta giornata di campionato, non è la partita che decreterà chi vincerà il campionato. Dovremo essere più concentrati e finalizzare le occasioni sotto porta. È una squadra temibile, l’abbiamo preparata con attenzione”.

Simone Addessi

Simone Addessi celebra una delle dieci reti realizzate con la Turris

I peloritani sono imbattuti ma le due gare giocate in trasferta lasciano un po’ di rammarico, come ha spiegato ai microfoni di Tcf: “La gara ci lascia grande rammarico perché siamo consapevoli di aver lasciato due punti per strada e solo nel primo tempo meritavamo almeno un altro gol. Nel secondo tempo siamo entrati più molli ma potevamo ugualmente chiudere la gara con l’occasione capitata ad Arcidiacono. Poi un episodio a favore del Rotonda ha cambiato le sorti dell’incontro”.

La squadra crea tantissimo ma sembra accusare alla distanza: “Un piccolo calo fisico ci può stare, abbiamo creato tante occasioni da gol nel primo tempo. Nella ripresa forse siamo un po’ scarichi, ma in ritiro abbiamo lavorato duramente e non credo sia un fattore di condizione. Probabilmente caliamo l’attenzione e questo permette agli avversari di tornare in gara”.

Arcidiacono

Arcidiacono salterà il match con l Acireale per squalifica

La truppa di Novelli, che ha centrato due legni domenica scorsa, è in credito con la fortuna: “È giusto che in preparazione i carichi siano pesanti perché affrontiamo un campionato duro con tante partite e si deve lavorare tanto a livello fisico. È mancata anche la fortuna perché il palo di Foggia e la traversa di Sabatino ci hanno fatto sperare nel gol. Creiamo tanto e questo è un bene, speriamo che da domenica la sorte sia dalla nostra parte”.

Dito puntato anche contro la direzione arbitrale, che costringerà “Biccio” a scontare un turno di squalifica: “La direzione ha condizionato molto la partita sia nell’occasione del rigore che nella doppia ammonizione di Arcidiacono, non era un fallo chiaro da lasciare la squadra in dieci”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva