L’ACR travolge il Forza Calcio (8-1). Segnano in sette, doppietta per Padulano

L'undici titolare dell'ACR MessinaL'undici titolare dell'ACR Messina

L’ACR Messina travolge, in amichevole, l’FC Messina del patron Nino Micali, socio di minoranza del sodalizio del presidente Stracuzzi, nell’ultimo test prima dell’esordio in campionato previsto per domenica prossima a Monopoli.

Arturo Di Napoli ed il suo staff in panchina

Arturo Di Napoli ed il suo staff in panchina

Giornata caldissima al San Filippo, teatro prescelto per l’incontro odierno, e condizioni climatiche non certo ideali per una partita di calcio. Mister Di Napoli, soddisfatto per i continui progressi palesati dai suoi uomini, è alla ricerca del miglior undici da opporre ai biancoverdi di Puglia ad appena 72 ore dal primo delicato match della stagione. Tante le assenze per il tecnico giallorosso, che continua ad affidarsi al canonico 4-3-3. Non presenti in distinta il brasiliano Gustavo, Baccolo e Giorgione, tutti già tesserati, oltre a Biondo, il cui acquisto non è stato ancora ufficializzato. Non si è invece ancora aggregato ai compagni il crotonese Leto.

Si riscaldano i componenti della panchina

Si riscaldano i componenti della panchina

Rispetto all’ultimo test contro il Città di Villafranca, trovano posto da primo minuto il portiere Berardi ed il centrale Burzigotti, il cui acquisto è stato ufficializzato nelle ultime ore. Presente nell’undici di partenza anche il giovane Barilaro. Acr Messina in maglia rossa con una vistosa banda gialla sul petto, mentre per l’Fc Messina divisa bianca con bande laterali giallorosse e calzoncini neri. Presenti alcune centinaia di tifosi, assiepati nei gradoni della curva sud.

Le due formazioni a centrocampo

Le due formazioni a centrocampo

La cronaca. Parte forte l’ACR. Dopo appena un giro di lancetta, Zanini da fuori area centra il palo alla destra di Fazio. Trenta secondi più tardi gli uomini di Di Napoli passano in vantaggio con Salvemini che infila l’estremo difensore dell’Fc Messina con un bel fendente dal limite dell’area. Il Messina, scatenato, continua il tiro al bersaglio all’8′ quando Padulano dalla distanza centra la traversa. Un minuto più tardi, è Salvemini ad impegnare severamente l’estremo difensore Fazio, bravo ad alzare la sfera sopra la traversa. Il raddoppio giunge all’11’. Pregevole l’azione che parte dai piedi di De Vito ed è finalizzata da Padulano, con la complicità di Salvemini, che da pochissimi passi trafigge Fazio. Al 17′, giallorossi vicinissimi al punto del tris con un bel colpo di testa di Salvemini che sfrutta al meglio un corner battuto dalla destra da De Vito ma Fazio risponde presente.

La formazione titolare dell'Forza Calcio Messina

La formazione titolare dell’Forza Calcio Messina

Partita piacevole, nonostante l’alta temperatura. Evidente, tuttavia, il divario tecnico tra le due formazioni. I ritmi si abbassano sensibilmente a metà tempo. Il primo timido tentativo dell’Fc Messina dalle parti di Berardi al minuto 25, ma il diagonale dalla destra di D’Angelo sorvola abbondantemente la traversa. Ancora l’Fc sugli scudi al 29′ ma il calcio piazzato dal limite di Platania, piuttosto centrale, è facile preda di Berardi. L’ACR, però, riprende in mano le redini del gioco e, al 36′ cala il punto del tris con un siluro da fuori area di Barraco. Nel frangente, fatale l’indecisione di Fazio.

Acr Messina - Forza Calcio Messina, una fase del match

Acr Messina – Forza Calcio Messina, una fase del match

L’assalto del Messina al fortino di mister Gambadoro sortisce il 4-0 al minuto 40, quando un cross a tagliare dalla testa di Martinelli mette Zanini nelle condizioni di infilare agevolmente Fazio con un tocco morbido di destro. Pochi istanti più tardi giunge, con abbondante anticipo, il fischio che decreta la fine dei primi quarantacinque minuti. Squadre al riposo con l’ACR in vantaggio per 4 reti a 0.

Bramati in azione

Bramati in azione

Nella ripresa, mister Di Napoli attua subito un massiccio turn over e cambia anche modulo di gioco passando al 4-4-2 con Longo e Cocuzza in avanscoperta davanti ad un folto centrocampo composto da Fiumara, Bossa, Fornito e Padulano. Ma, quantomeno in avvio, la verve degli uomini in maglia rossa, complice anche il gran caldo, non è quella dei primi quarantacinque minuti e lo si intuisce all’istante. Al 54′ il Forza Calcio rialza la testa e mette a segno il goal della bandiera con Platania, che beffa Berardi direttamente su un calcio piazzato dal limite. Ma è fuoco di paglia. Il quinto sigillo dell’ACR Messina giunge puntualmente al 66′ e porta la firma del giovane Longo, abile nell’approfittare di una corta respinta di Fazio. Cinque minuti più tardi, giunge la doppietta personale dell’ottimo Padulano, ispirato dal neo entrato Cocuzza. Al 75′, infine, c’è gloria anche per il giovanissimo Russo che, di testa, beffa Fazio sugli sviluppi di un calcio piazzato pennellato da Longo. E’ il punto del 7-1. Ma c’è ancora tempo per assistere, al minuto 84, alla rete del definitivo 8-1 che porta la firma di Frabotta. Nella sagra del goal, quest’oggi, c’è stato davvero posto per tutti.

Il tabellino. ACR Messina – FC Messina 8-1
Marcatori: 2′ Salvemini (Acr), 11′ e 71′ Padulano (Acr), 36′ Barraco (Acr), 40′ Zanini (Acr), 54′ Platania (Fc), 66′ Longo (Acr), 75′ Russo (Acr), 84′ Frabotta (Acr).
ACR Messina: Berardi (46′ Addario), Barilaro (46′ Frabotta), De Vito (46′ Russo), Bramati (46′ Bossa), Martinelli (46′ Palumbo), Burzigotti (46′ Parisi), Barraco (46′ Longo), Zanini (46′ Fiumara), Salvemini (46′ Cocuzza), Fornito (65′ Carai), Padulano. Allenatore: Di Napoli.
Forza Calcio Messina: Fazio, Broccio, Scipilliti, Arena, Messina, Mandanici, Parachì, D’Angelo, La Speme, Platania, Buscema. Impiegati nel corso della ripresa: Schepis, D’Urso, Manzella, Riga, Doddis, Rizzo, Alessio, Salv. Arena, Mamone, Giove. Allenatore: Gambadoro.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti