Ssd Milazzo, Platania dopo la sconfitta nel derby: “Mi tengo stretta la prestazione”

Platania, allenatore del Milazzo

Un buon Ssd Milazzo non riesce a strappare punti al “Fresina”, dove il Sant’Agata si aggiudica il derby per 3-1, grazie alla doppietta di Iraci e al gol di Cicirello. Nel mezzo la rete del momentaneo 2-1 firmata da Presti per i mamertini, che comunque escono da questa sfida proibitiva a testa alta. Antonio Platania non sfata il tabù trasferta, per lui tre sconfitte in altrettante gare giocate lontano dal “Salmeri”, ma può comunque sorridere per l’ottima prova sfoggiata dai suoi ragazzi:  “Ho visto una buona squadra, ci è mancato qualcosina. Abbiamo avuto qualche defezione dovuta ad alcuni elementi febbricitanti, ma non ho nulla da rimproverare alla squadra. Ci siamo riversati in avanti con generosità per cercare il pareggio, abbiamo costruito anche due o tre situazioni clamorose, lì probabilmente sarebbe potuto cambiare il match. C’è rammarico perché nel nostro miglior momento abbiamo subito il 2-0 del Sant’Agata  arrivato grazie ad una svista arbitrale, dato che Cicirello ha segnato rientrando da un fuorigioco di almeno due metri. Purtroppo dobbiamo accettarlo, perché la classe arbitrale è questa. Siamo venuti qui con umiltà per tentare di fare punti, ma non è certamente il Sant’Agata la squadra contro cui fare i punti che ci servono”.

I capitani di Sant’Agata e Milazzo si danno il cinque prima del match

Il tecnico milazzese recrimina dunque sul gol del raddoppio nebroideo firmato da Cicirello, apparso in netta posizione irregolare: “L’episodio lo trovo abbastanza clamoroso, anche il loro attaccante ha ammesso di essere rientrato da una posizione irregolare piuttosto evidente. Ma purtroppo bisogna accettare l’esito del campo. Mi tengo ben stretta la prestazione dei miei ragazzi che sono stati all’altezza di una squadra fatta per stare nelle zone alte della classifica come il Sant’Agata”.

In vista dei prossimi impegni proibitivi, Platania dispensa serenità ed elogi ai suoi giocatori: “Mi ritengo fortunato, ho dei ragazzi dediti al lavoro che si allenano e si impegnano durante la settimana. I risultati si vedono, abbiamo giocato contro Giarre, Sant’Agata e Carlentini e abbiamo sfoderato ottime prestazioni. Nessuno ci ha messo sotto e nell’arco dei 90 minuti non si è visto il divario tecnico con queste squadre. Adesso ci aspetta un tour de force contro Paternò e Palazzolo, saranno partite che dovremo affrontare con spensieratezza”.

Commenta su Facebook

commenti