L’Orlandina “rallenta” a Rende, la testa è già al Savoia

fase di gioco dell'Orlandina a Rende

Sebbene conquisti un solo punto nella trasferta di Rende, l’Orlandina mantiene il secondo posto imbattuta con 14 punti in classifica alle spalle della capolista “rullo compressore” Savoia che conquista la sesta vittoria in altrettante gare nel Girone I della Serie D.

fase di gioco dell'Orlandina a Rende

fase di gioco dell’Orlandina a Rende

Una trasferta certo insidiosa quella in terra calabra per i paladini del presidente Massimo Romagnoli al cospetto di un avversario pronto a vendere cara la pelle per risollevarsi dai bassifondi che con l’avvicendamento in panchina della settimana prima con l’arrivo di mister Giugno aveva ottenuto il primo punto stagionale in casa della Vibonese.

A rendere ancora più complicati gli auspici di cogliere bottino pieno in Sila per l’undici di mister Beppe Raffaele un terreno di gioco appesantito dalla pioggia e in cui l’attacco dei nebroidei, certo più tecnico e leggero sul piano fisico, ha dovuto pagare dazio.

Primo tempo combattuto sul piano agonistico e Rende pericoloso in apertura sugli sviluppi di un corner. Poi tanta Orlandina che cerca il possesso e le azioni manovrate portando al tiro Crinò e il giovane Martusciello.

Torna a farsi pericolosa la squadra di casa che con Di Finizio che impegna Pandolfo, poi Galantucci ed ancora Di Finizio che centra il palo su un tiro cross per il compagno di reparto. Prima dell’intervallo risponde Crinò di testa, portiere battuto, ma salva Miceli.

Mister Beppe Raffaele

Mister Beppe Raffaele

La ripresa si apre con il cambio tra i locali che gettano nella mischia Di Piedi per Russo che poco dopo di testa sfiora la rete con la palla che si perde poco sopra la traversa. Calabresi che devono rinunciare per infortunio a Di Finizio, e trovano la rete al 65′ con una mezza rovesciata di Musacco.

Azione nata da un rinvio impreciso di Pandolfo, ne approfitta Galantucci da dentro l’area offre l’assist al compagno che con un bel gesto tecnico punisce l’estremo difensore siciliano.

La reazione dell’Orlandina non tarda ad arrivare: i ragazzi di Raffaele si scrollano di dosso le titubanze di inizio ripresa e iniziano a creare occasioni su cui si esalta il portiere De Brasi.

Massimiliano Ignazzitto

Massimiliano Ignazzitto

Passano appena tre minuti per vedere il match tornare in equilibrio, pericolosa conclusione di Orioles con il numero uno calabrese che si rifugia in corner. Sugli sviluppi si ripete il duello tra il centrocampista e il portiere che respinge, irrompe il difensore Ignazzitto che ribadisce in gol.

Orlandina decisa a conquistare i tre punti, mister Raffaele ripropone la “torre” Trimarco in avanti e sfiora a più ripresa il vantaggio con Frisenda che fallisce la rete del sorpasso a tu per tu con De Brasi.

Pensieri di molti nell’ambiente sportivo di Capo d’Orlando già rivolti alla  prossima sfida in programma domenica prossima al “Ciccino Micale” dove arriverà proprio il Savoia. Un successo sulla fortissima compagine campana, come ammesso dallo stesso presidente Massimo Romagnoli potrebbe galvanizzare l’ambiente e portare ad un potenziamento dell’organico nel prossimo mercato dicembrino per puntare con decisione ad un ruolo da protagonista nel torne

Tabellino:

RENDE-ORLANDINA 1-1

Marcatori: 65′ Musacco, 69′ Ignazzitto.

Rende: De Brasi, Irace, Miceli (Barca 71′), Iovine, Marchio, Russo (Di Piedi 46′), Leta, Galantucci, Musacco, Di Finizio (Terranova 60′). Allenatore: Giugno.

Orlandina: Pandolfo, Leo, Ignazzitto, Gatto, Calabrese, Fascetto, Martuscello, Orioles, Frisenda, Privitera (Trimarco 71′ ), Crinò (Cocimano 47′). Allenatore Raffaele.

Arbitro: Adreini.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti