Pgs Luce, Borgia: “La società è ambiziosa. Vogliamo ripartire dopo lo stop”

Borgia e ViscontiLillo Borgia, direttore generale della Pgs Luce Messina, insieme ad Andrea Visconti

Con sette punti in quattro giornate la Pgs Luce Messina è la seconda forza del girone D, a due sole lunghezze dalla capolista Rodì Milici. Un andamento importante per la compagine biancazzurra. Un lavoro meticoloso e finalizzato all’ottenimento di traguardi come la promozione, come confermato dalle stesse parole del direttore generale Lillo Borgia: “Siamo contenti del lavoro svolto da mister Lorenzo Peditto. Avevamo iniziato bene il nostro cammino in campionato, se escludiamo il ko all’esordio con il Melas. Questo denota il fatto che la squadra è pronta per rivestire un ruolo chiave nel girone, con un occhio di riguardo su obiettivi come il salto di categoria”.

Pgs Luce

La Pgs Luce ha conquistato sette punti nelle prime quattro giornate

Nei mesi scorsi il club ha rimodulato l’organizzazione interna, proprio per strutturarsi adeguatamente: “Ho lavorato insieme al presidente Fabrizio Caratozzolo durante l’estate per mettere la squadra e lo staff tecnico nelle condizioni di far bene, cercando di mantenere fede all’obiettivo di creare un ambiente quasi familiare fra le varie componenti della società. Abbiamo compiuto delle scelte diverse rispetto agli anni passati e siamo alla ricerca di risultati importanti che possano permetterci di consolidare il nostro lavoro. Purtroppo la pandemia ha danneggiato questo settore come tanti altri. Dunque non ci resta che aspettare e ripartire con lo stesso spirito con cui avevamo iniziato quest’annata, da cui ci attendiamo grandi cose”. 

Borgia, Peditto e Caratozzolo

Il dg della Pgs Lillo Borgia, il tecnico Lorenzo Peditto e il presidente Fabrizio Caratozzolo

Nonostante la sosta forzata, è arrivata anche una novità dal mercato: Non mi sono mai fermato in ambito organizzativo, confrontandomi sempre con lo stesso presidente e con il direttore tecnico Giampiero Mancuso– prosegue Borgia -. Ad esempio l’acquisto di Andrea Visconti è un caso singolare, essendo lo stesso un colpo in programma da tempo e rinviato per una serie di dinamiche. Abbiamo allestito una squadra competitiva, di cui fanno sicuramente parte elementi di spessore per la stessa categoria e anche giovani di prospettiva. Ci sono tutti i presupposti per riprendere al meglio dopo lo stop forzato legato al Covid e credo che i ragazzi non vedano l’ora di tornare in campo per dare seguito ai risultati che stavamo ottenendo”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva