Ossidiana ripescata nel campionato cadetto maschile

Fase di gioco OSSIDIANA passata stagioneLa speranza di un’intera estate si è tramutata, ad inizio ottobre, in una piacevolissima realtà. L’Ossidiana è stata ripescata, infatti, nella serie B nazionale di pallanuoto maschile. La FIN ha ufficializzato la notizia insieme alla pubblicazione dei gironi del campionato cadetto. La società messinese è stata inserita nel raggruppamento 4, assieme ad altre 9 formazioni: Acicastello, Basilicata Nuoto 2000, Cesport Italia, Cosenza Nuoto, Cus Unime, Nuoto 2000 Napoli, Rari Nantes Napoli, San Mauro Nuoto e Waterpolo Catania. Nelle prossime ore sarà reso noto pure il calendario.

“La comunicazione ufficiale ci ha resi oltremodo felici, anche se era nell’aria da alcune settimane – queste le prime parole del presidente dell’Ossidiana Nicola Germanà – dopo l’amarezza per la retrocessione, che pure a distanza di quattro mesi reputo immeritata, ci siamo mossi già il primo giorno utile per ritornare subito in B, naturalmente se vi fossero stati i presupposti. Speravamo di riuscirci, ma, indipendentemente dal ripescaggio, abbiamo pensato per tempo a rinforzare la squadra, attuando un progetto che sarebbe partito ugualmente pure in C. La dirigenza si è impegnata, infatti, molto dal punto di vista organizzativo per programmare al meglio il futuro ed ora proseguirà questo lavoro con ancora maggiore entusiasmo. In tal senso, saranno presentate presto delle importanti novità per quanto riguarda l’organico ed alcune particolari iniziative”.

Nicola Germanà (Ossidiana)

Nicola Germanà (Ossidiana)

Che torneo sarà e quali sono le ambizioni dell’Ossidiana? “La B è sempre difficile e indecifrabile; c’è una compagine siciliana in più e manca la pugliese. Per il resto vi sono le stesse agguerrite rivali dell’anno scorso. Noi puntiamo, in primis, ad una stagione sportivamente serena, senza patemi, e, se possibile, a toglierci qualche bella soddisfazione, soprattutto in casa. Saranno valorizzati – conclude Germanà – i tanti promettenti giovani del vivaio”.

Commenta su Facebook

commenti