Ortoli: “Seguiamo Maiorano da parecchio tempo. Per Squillace numerose richieste”

L'ex giallorosso impegnato nella difesa di un possesso

Il calciomercato apre ufficialmente i battenti con un incrocio tra Messina e Catanzaro. I calabresi sembrano avere infatti acquisito un vantaggio consistente nella trattativa con il centrocampista Stefano Maiorano, seguito a lungo anche dall’Ascoli. Perno del centrocampista giallorosso, con 46 presenze nell’ultimo biennio, ha rappresentato un punto fermo sia per Grassadonia che per Catalano. La sua assenza è stata non a caso una delle principali cause del deludente girone di andata dell’ultimo torneo di Seconda Divisione.

Il direttore sportivo del Catanzaro Armando Ortoli

Il direttore sportivo del Catanzaro Armando Ortoli

Il centrocampista originario di Battipaglia, bandiera per cinque stagioni del Sorrento e protagonista poi anche con le maglie di Cavese e Forza e Coraggio Benevento, è stato a lungo nel mirino del Catanzaro, che ha tenuto sottotraccia il suo interesse. Ad ammetterlo il direttore sportivo calabrese Armando Ortoli, che abbiamo contattato telefonicamente: “Stiamo seguendo Maiorano da parecchio tempo. Nelle prossime ore proveremo a definire la trattativa, anche se la concorrenza non manca”.

Al dirigente del Catanzaro abbiamo chiesto lumi anche sul futuro dell’esterno di centrocampo Tommaso Squillace, altro protagonista degli ultimi esaltanti cinque mesi del Messina, capace di coronare con la conquista in extremis del primo posto una lunga cavalcata: “Era in prestito al Messina e quindi adesso è rientrato alla base. Non abbiamo ancora discusso nel dettaglio l’eventuale rinnovo. Va detto comunque che il ragazzo ha fatto davvero molto bene e quindi non vi nascondo che nel frattempo ci sono arrivate altre richieste”. Il calciatore originario di Soverato sembra comunque destinato a cercare fortune altrove, a meno che non venga blindato dal nuovo tecnico del Catanzaro, che sembra comunque pronto a rinunciare al suo apporto.

In attesa di spiragli su questa doppia trattativa, in riva allo Stretto si respira ormai aria di rivoluzione. Il patron Lo Monaco ha dapprima salutato i vari calciatori giunti in prestito nel gennaio scorso: i vari De Vena, Caturano, Zaine e Pagliaroli. La “stella” Costa Ferreira si è accasata alla Virtus Entella, neo-promossa in serie B. Rientrati alla base anche gli ex genoani Buongiorno, Siciliano e Caiazzo. Entro il termine del 20 giugno, destinato alla risoluzione delle comproprietà, il Messina ha rinunciato all’apporto del centrocampista Franco, reduce da un lungo infortunio, e si è assicurato invece la permanenza del difensore Pepe per un altro anno.

Il centrocampista Stefano Maiorano in azione

Il centrocampista Stefano Maiorano in azione

Legati da contratti pluriennali ai giallorossi sono i vari Lagomarsini, De Bode e Silvestri. Appare come una semplice formalità il rinnovo del contratto con capitan Corona, possibili anche le conferme di Iuliano e Bucolo. Ignoffo ha chiuso la sua carriera da calciatore e ripartirà da Benevento, come tecnico dei Giovanissimi. Sono in scadenza tanti altri protagonisti, come Cucinotta, D’Aiello (corteggiato dal Matera, con cui non ha ancora trovato l’accordo economico), Guerriera, Quintoni, Simonetti, Caldore e Bernardo, altro elemento al quale non mancano le proposte.

La squadra verrà insomma ridisegnata in chiave di mercato, con almeno una decina di innesti previsti già nelle prossime ore. La proprietà punta a sfruttare il canale preferenziale con il Chievo (Messetti, Marchionni e Bassoli i nomi richiesti con insistenza) ed il Torino (al quale è stato chiesto il promettente Ientile). Dopo avere scartato le sedi di Castel di Sangro, per un biennio sede della preparazione estiva, e Lorica, la squadra dovrebbe iniziare a lavorare in vista del prossimo torneo in Puglia, a Corato, a partire dalla metà di luglio.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com