Orlandina, Sodini: “Società sempre vicina. Alleno un gruppo dai grandi valori”

OrlandinaMarco Sodini è il tecnico dell'Orlandina

Settimana speciale per coach Marco Sodini che centra l’ottavo successo in campionato, allontana una minicrisi acuita da quattro sconfitte consecutive e dedica l’affermazione contro Biella alla nascita della sua primogenita Ilaria. Gara non semplice per via delle numerose assenze nel roster (Fall, Bellan e Tintori): “Dedico questo successo a mia figlia e mia moglie anche se so che dedicherò loro ogni singolo successo della mia vita perché simboleggiano la mia vittoria più grande. Sarò però pacatamente polemico perché questa gara doveva essere giocata tanto tempo fa in condizioni complessive molto diverse da quella attuali. Era importantissima dopo quattro sconfitte consecutive e abbiamo sopperito alla grande alle assenze di due pivot e dell’ala titolare. Sono contento per i miei ragazzi, per la classifica e perché non è stato facile allenarsi in questi giorni. Ovviamente l’attenzione non deve mai abbassarsi, abbiamo sentito la vicinanza della società sempre presente, attenta, lungimirante e forte sia per le scelte intraprese e portate avanti anche in momenti non facili”.

Palla a due tra Orlandina e Biella

Palla a due tra Orlandina e Biella

Parole al miele per il proprio gruppo di lavoro. La squadra è saputa andare al di là delle difficoltà: “Elogio tutti i ragazzi singolarmente sia quelli che hanno giocato in modo strepitoso come Taflaj che i vari Del Debbio, Moretti e Gay, più i giovani che ci aiutano, oltre a Luca Laganà, che alza il livello dell’allenamento. Tutti meritano giudizi positivi dal sottoscritto. Sul +15 a quattro minuti dalla fine la gara va chiusa meglio, per cui si dovrà migliorare, ma indipendentemente da questo era importante vincere e mandare un segnale forte nello spogliatoio che la visione in prospettiva è quella corretta. Non possiamo fare finta che sul lungo periodo un roster così risicato non possa incontrare delle difficoltà e sperare unicamente che i due Usa giochino sempre in modo monstre chiedendo sempre più gli straordinari agli altri”.

Lunedì nuovo banco di prova sul campo dell’Assigeco, una squadra da inserire tra le maggiori rivelazioni della stagione: “Andremo a Piacenza nel posticipo con chimica di squadra e un atteggiamento indomito. Oggi avevamo paura di fare troppi falli e non abbiamo avuto sempre la necessaria energia difensiva. Mi è piaciuto che il break sia arrivato nel quarto quarto, questa è una qualità propria delle grandi squadre. Faremo di tutto per vincere e profonderemo il massimo impegno anche per cogliere una sola possibilità in più di vincere. Questi ragazzi hanno un grande cuore e un’anima chiara, elementi che sono più grandi della loro età, per cui  si meritano questi successi”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva