Giampà: “Con l’Acireale evitare distrazioni. Peccato per la rimonta di Ragusa”

Sant'AgataIl Sant'Agata sceso in campo a Ragusa

Dopo il successo con il Biancavilla, il Sant’Agata non è andato oltre il pari con il Marina, nonostante un doppio vantaggio: “A Ragusa è stato uno scontro diretto e non perdere era importante. Considerata la nostra vittoria dell’andata siamo in vantaggio nei loro confronti anche se il rammarico c’è perché per settanta minuti abbiamo condotto i giochi. Sul 2-0 per noi la gara sembrava chiusa, ma è entrato Baldeh, mettendoci in difficoltà sulla nostra sinistra. Subìto il gol dell’1-2, ci hanno creduto. Alla fine hanno pareggiato e abbiamo persino rischiato di perdere, per cui il punto ottenuto lo considero ottimo. I due gol subiti erano evitabilissimi a difesa schierata ma fa parte del calcio. Col Biancavilla sapevamo di aver speso tanto perché volevamo quel successo e a Ragusa abbiamo patito stanchezza e caldo”.

Mimmo Giampà

Mimmo Giampà saluta il tecnico del Marina Utro

Domenica una sfida sulla carta proibitiva, anche se l’avversario di turno ha già perso sei volte lontano da casa: “Ogni gara è difficile, per battere l’Acireale servirà una grande prestazione. All’andata il Sant’Agata meritava di più, loro verranno qua per vincere la partita. Hanno sempre offerto grandi prestazioni in trasferta, raccogliendo poco. Forse solo a Rende non hanno giocato al loro livello. Hanno perso qualche giocatore importante ma l’hanno sostituito con altrettanti ragazzi di valore. Sono una delle tre forze del torneo che inseguono il successo finale. Molti colleghi hanno cercato di limitare Rizzo. Non possiamo sbagliare nulla perché l’Acireale al primo errore ti punisce”.

Per replicare imprese come quelle con Rotonda e Santa Maria Cilento servirà la gara perfetta: Mancano quindici finali, ma non vuol dire che ogni partita è da ultima spiaggia. Noi stiamo crescendo, non ci adattiamo all’avversario ma abbiamo la nostra identità e su quella andiamo avanti. A Ragusa con Dama abbiamo sfiorato il gol, per cui è la dimostrazione che da ogni palla inattiva possiamo creare un pericolo. Se arriveremo con la giusta concentrazione possiamo fare grandi cose“. Giampà dovrà fare a meno dello squalificato Costa e degli infortunati Mancuso e Aveni.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva