L’Ss Milazzo si regala Mastroieni e Arena. Napoli: “Eccessivi i divieti”

Ss MilazzoL'undici titolare dell'Ss Milazzo che ha affrontato l'Igea nel derby

La partita delle partite per i tifosi milazzesi sta per vivere il secondo atto e la squadra di Caragliano sogna l’impresa contro l‘Igea 1946, che domenica ha imposto l’1-1 al “Marco Salmeri”. Tutto sembra ancora aperto, dunque, per il passaggio del turno di Coppa Italia, che avrebbe un sapore particolare perché ottenuto a discapito degli eterni rivali.

Un appuntamento sentito, che però resterà un evento unico in questa stagione, considerato che le due compagini sono state inserite in due gironi diversi del campionato di Promozione. Ma si sa: un derby è pur sempre un derby, anche se arriva all’inizio della stagione, quando in palio non ci sono punti pesanti.

Ss Milazzo

Alacqua, Bartuccio, in rete all’andata, e Napoli

E nella settimana che conduce alla sfida i mamertini si sono regalati due colpi di mercato, l’attaccante Simone Mastroieni, classe 1994, in passato già due volte a Milazzo e l’anno scorso a Merì, con cui ha conquistato la promozione ai play-off, e Giovanni Arena, ’92 che l’anno scorso ha collezionato una ventina di presenze con il Camaro, presentato così dal vicepresidente dell’SS MilazzoAntonio Napoli: “È un giocatore esperto che darà qualità in mezzo al campo, così come aveva richiesto il mister, che aveva manifestato la necessità di avere a disposizione un centrocampista con quelle caratteristiche”. 

Caragliano, Mastroieni e Assormante

Il ds Caragliano, l’attaccante Simone Mastroieni e il dg Assormante

I mamertini al “D’Alcontres” proveranno a dare filo da torcere ai barcellonesi: “È chiaro che il risultato dell’andata lascia ancora tutto aperto, anche se l’Igea avrà il vantaggio del fattore campo e del gol realizzato in trasferta. Siamo soddisfatti della prestazione offerta, in quella che era pur sempre la prima partita stagionale. Ci hanno messo il cuore ed è importante. Ovviamente la condizione atletica non è ancora ottimale ma questo vale per entrambe le squadre. I ragazzi hanno preparato bene il ritorno e sono certo che faremo un’ottima gara”.

Giovanni Arena

Il centrocampista Giovanni Arena si è legato all’Ss Milazzo

A proposito di fattore campo, Napoli non nasconde il proprio rammarico per il provvedimento che impedirà ai sostenitori rossoblù di seguire la sfida dal vivo: “Credo che ci sia stata una disparità, certamente non voluta, verso chi giocava in casa e non verso i tifosi ospiti, ai quali sono state vietate entrambe le trasferte. Ci è stato consentito di vendere i biglietti soltanto ai residenti a Milazzo, quindi i nostri tifosi della zona del Mela non hanno potuto assistere all’incontro. Divieto, invece, che non è stato imposto anche a chi non risiede a Barcellona. Quindi chiunque può acquistare il tagliando, a meno che non sia residente a Milazzo. Ritengo che sotto questo punto di vista non ci sia stata equità di trattamento”.

Ss Milazzo

I sostenitori dell’Ss Milazzo

Guardando al problema dell’ordine pubblico, Napoli aggiunge: “Purtroppo spesso negli stadi italiani si assistono a scontri tra tifoserie. Ma qui stiamo parlando di un derby sicuramente sentito, che però si svolge tra due squadre di Promozione e per giunta non riguarda neanche una partita di campionato. Fare divieti o limitazioni per una partita dilettantistica lo trovo esagerato, se in un derby di Promozione bisogna emettere provvedimenti come si stesse giocando Juventus-Napoli o Lazio-Roma vuol dire che c’è qualcosa che non va. Infine ci tengo a sottolineare come le due società, che sono nate da poco, sono in ottimi rapporti, così come molti calciatori delle due rose”.

Commenta su Facebook

commenti