La Sigma centra il quarto successo di fila contro Biella. Giallorossi sempre in controllo grazie a Young e Collins (VIDEO)

Collins festeggiato dai tifosi
Azione di gioco

Azione di gioco

La nona giornata del girone d’andata del campionato di Lega Adecco Gold regala un match di cartello al pubblico del PalAlberti. L’impianto di Via Napoli infatti ospita il confronto tra Sigma Barcellona ed Angelico Biella, due delle sei capolista del torneo a quota 12 punti. I giallorossi del presidente Immacolato Bonina vogliono prolungare l’ottimo momento di forma caratterizzato di tre successi consecutivi (Forlì, Imola e Jesi) che hanno in parte mitigato il dispiacere per il ko subito nel derby con l’Orlandina. Organico al gran completo per Perdichizzi che può essere soddisfatto del rendimento di Collins e Young (rispettivamente al terzo e quarto posto della classifica marcatori). Cammino speculare anche per Biella (6-2 il dato vittorie-sconfitte), che dopo il ko iniziale subito con Veroli ha inanellato cinque successi consecutivi che l’hanno proiettata ai primi posti della graduatoria. I piemontesi sette giorni fa hanno vinto largamente il derby con Casale registrando un’affluenza record di pubblico di 4300 spettatori, miglior dato del secondo campionato nazionale, ed arrivano nelle migliori condizioni possibili al confronto in terra siciliana. Coach Corbani, che alla vigilia ha lodato la squadra e la città di Barcellona, affrontata da avversario due anni fa nei playoff promozione, può contare su tre ragazzi che in estate hanno vinto l’Europeo con l’Italia under 20, ovvero Laganà, Chillo e Lombardi oltre ai temibili Hollis (americano di passaporto ungherese che in carriera vanta una  partecipazione ai Mondiali under 19 con la maglia a stelle e striscie) e Voskuil (miglior tiratore da tre del campionato).

Young in difesa

Alex Young in difesa (31 punti con l’86% da tre e 10 rimbalzi)

La cronaca.. La tifoseria giallorossa espone uno striscione di vicinanza alla popolazione sarda, colpita dalla recente alluvione. La Sigma Barcellona scende in campo col quintetto composto da Collins, Young, Filloy, capitan Maresca e Toppo; Biella risponde col reggino Laganà, Voskuil, De Vico e la coppia lunghi formata da Raspino e Infante. Mani fredde in avvio con errori per Laganà e Hollis da una parte, Maresca, Filloy e Collins dall’altra. E’ un jump di Maresca dal centro dell’area a sbloccare il punteggio, Barcellona vuole correre ed in transizione arriva il primo assist di Collins (ne smazza oltre 7 per gara) per la schiacciata volante di Young che infiamma il pubblico di casa (4-0). Il primo canestro ospite arriva con un buon movimento di De Vico mentre sull’azione seguente l’eroe di Jesi, Filloy subisce fallo e realizza l’1/2 dalla linea della carità. Stessa percentuale per il giovane Raspino che rimette in scia l’Angelico (5-3) ma Collins e Fantoni in penetrazione ridanno due possessi di vantaggio ai giallorossi (9-5) limitando il canestro di Laganà. E’ di Young dall’angolo dopo un’ottima circolazione di palla la prima bomba della serata, per Biella arrivano i primi punti anche per Hollis, ma l’asse Collins-Young costruisce altri tre punti (15-7) per il primo vero tentativo di fuga dei locali. Raspino si conferma lungo dalle mani educate ma Barcellona è in gran serata e lo confermano i due canestri in sequenza di Maresca e Toppo che materializzano il primo vantaggio in doppia cifra della serata (19-9 all’8’) con Corbani costretto a chiamare il primo time out. Alla ripesa del gioco il capitano Maresca commette subito due falli costringendo Perdichizzi al cambio con Natali. E’ ottima la difesa della Sigma, specie sul temuto Voskuil, raddoppiato in ogni azione, costringendo Biella all’infrazione dei 24” ed ottenendo due recuperi consecutivi. Toppo smuove il tabellino con un 1/2 ai liberi ma Voskuil colpisce con la sua arma migliore, il canestro da fuori, limitando il divario. Young sull’azione seguente sale già in doppia cifra realizzando un gioco da tre punti che fa da contraltare alla schiacciata di Hollis, poi l’ex Orlandina si ripete con un canestro dei suoi (13 punti personali) che fissa il punteggio finale del primo quarto sul 25-14.

Collins in palleggio

Collins in palleggio, autore di una “tripla doppia” (22 punti, 10 rimbalzi, 18 assist e 42 di valutazione)

Nel secondo quarto la Sigma cambia gli interpreti, entrano in campo l’ex Sassari Pinton e Fantoni che realizza subito con un movimento spalle a canestro. Problemi di falli per Biella con De Vico che sale a quota tre, è il nuovo entrato Berti a smuovere il punteggio dei suoi sfruttando una mancata copertura della difesa di casa. Il magiaro Hollis comincia a prendersi maggiori responsabilità, prima realizza il canestro del meno nove (27-18) poi finalizza il doppio viaggio in lunetta rimettendo in partita l’Angelico. Il ritmo del match cresce: Fantoni domina sotto canestro e sale a quota quattro, poi ci pensa un ispiratissimo Young, cui risponde nuovamente Berti ed infine è il solito Young a colpire ancora dalla lunga (100% con 3/3 per il prodotto di Indiana). Raspino commette fallo antisportivo e Barcellona può scappare sul 36-22 per merito di Collins che è perfetto dalla linea della carità, poi è ancora Young a sfidare la forza di gravità con la seconda schiacciata della serata (38-22). C’è ancora il tempo di assistere alla tripla di Collins che esalta il pubblico di casa e costringe la panchina ospite ad un nuovo time out (parziale di 16-8 in 5’). Biella appare frastornata dall’energia messa in campo da Barcellona che gioca una pallacanestro di ottimo livello con Collins splendido regista che o si mette in proprio (trova la seconda tripla della serata) o innesca i compagni (Fantoni che realizza un gioco da tre punti) che materializzano il più 23 (47-24). L’Angelico segna col contagocce: si contano un canestro di Voskuil e una tripla di Laganà. Il play americano con due liberi è il secondo uomo di casa a salire in doppia cifra (11 punti), poi serve al bacio Fantoni che col suo ingresso ha cambiato il volto alla partita (50-27). Biella risponde con fatica, si mette in evidenza il giovane Laganà, ultimo ad arrendersi con 4 punti personali. Young si conferma mortifero dai sei metri e settantacinque (80% con 4/5) salendo a 23 di personale in 20’, prima dell’ultimo canestro del primo tempo realizzato ancora da Laganà (unico in doppia cifra per i suoi con 12 punti) che porta Biella sotto i venti punti di divario (finale 53-34 al 20’). Si chiude un secondo tempo perfetto di Barcellona, parziale di 28-20 costruito dalla coppia Young-Collins, che allunga rabbiosamente su Biella che comunque fino all’ultimo proverà ad invertire la rotta e tornare a casa con un risultato positivo. In casa piemontese Hollis ha giocato solo dieci minuti e da qui in avanti non rientrerà più in campo a seguito di una scelta tecnica della panchina rosso blu.

5
La ripresa del gioco ritarda di qualche secondo per ovviare ad un problema del tabellone, prontamente riparato e si può ripartire. Infante dall’angolo realizza il primo canestro della sua serata, ma la risposta di Barcellona è repentina con Toppo che raccoglie un bell’assist di Filloy. La difesa della Sigma riparte da dove aveva lasciato nel primo tempo recuperando palloni in serie ed in attacco l’ex Pistoia può colpire con puntualità (58-36). In una serata in cui molti giocatori sono sotto e medie stagionali Biella s’aggrappa all’ardore di Laganà (14) ma per gli uomini di Corbani c’è una montagna da scalare (svantaggio che si attesta a quota 20). Filloy dà un saggio della sua classe con una penetrazione in grande stile, alla quale risponde l’ex Imola Chillo. Per Maresca la serata è agrodolce: prima segna due liberi, poi commette il terzo fallo che lo esclude dalla partita. Infante insacca una tripla, mentre Voskuil subendo anche l’antisportivo di Filloy (5 punti in fila per Biella). Perdichizzi protesta e gli arbitri gli comminano un tecnico che permette a Biella di risalire a meno 15 (62-47, contro break di 0-7); ci pensa quindi Toppo, sul nuovo assist di Filloy, a muovere il tabellino della Sigma, ridare fiato ai locali e controbattere al tentativo di rimonta avversaria. Dopo il time out ospite Pinton è preciso a cronometro fermo, Biella segna tre canestri con la coppia Berti (5 punti) e Chillo, mentre Barcellona s’affida ai centimetri di Toppo per arginare la difesa piemontese. Fantoni viene pescato in fallo in attacco, una parola di troppo del lungo livornese gli costa il tecnico e l’uscita dal parquet per 4 falli. Bielle sfrutta solo i liberi con Voskuil ma è sempre Toppo (14) a controbattere. L’ex Piacenza Voskuil segna il nuovo meno 9 (70-61) prima che Collins allo scadere della penultima sirena realizzi la sua terza tripla (14 punti). Il finale è 73-61 con la Sigma, che recrimina a voce alta per il metro arbitrale, che vede in parte recuperato l’ingente vantaggio del primo tempo.
In avvio di ultimo quarto capitan Maresca colpisce da fuori, è l’ottava tripla di squadra, accendendo l’entusiasmo di un pubblico che a gran voce contesta l’arbitraggio (76-61). Biella costruisce schemi per portare al tiro Voskuil che però non sembra nella sua serata migliore, così i rosso blu s’affidano al frizzante Laganà (18) preciso sui due lati del campo. Sul fronte opposto il pivot Toppo si vede annullare un canestro scagliato dopo il suono dei 24 secondi, ci pensano Natali e Young dopo due ottime circolazioni di palla a scagliare altrettante triple che fanno male al tentativo di recupero di Biella (82-66). Gli ospiti segnano con Raspino e Voskuil ma la Sigma ritrova come in avvio di gara la migliore difesa ed i contro piedi finalizzati dal velocista Collins, sempre più idolo indiscusso del PalAlberti. La coppia lunghi Infante-Raspino non vuole lasciare nulla d’intentato e Biella col canestro di De Vico si riporta nuovamente in linea di galleggiamento (86-75 a 5‘ dalla fine). Young e Voskuil si confermano rispettivamente giocatori letali dall’arco, Barcellona ha voglia di archiviare la pratica e con Cllins trova due punti a grnade velocità. Biella però è più viva rispetto al primo tempo e risponde con Laganà, mvp dei suoi con 20 punti (91-80). Il cronometro scorre inesorabile per gli ospiti che devono affrettare le conclusioni ma rimangono aggrappati al match con la classe del giocatore nativo di Reggio Calabria che infila altri 5 punti in serie (Biella risale al meno sei a meno di un minuto dalla fine). Fantoni subisce fallo e capitalizza il doppio viaggio i lunetta, riallungando per i locali. Laganà è scatenato e trova un’altra tripla (la quarta della sua serata) ma a mettere la parola fine all’incontro è Collins con quattro tiri liberi (22) e l’assist per la schiacciata di Fantoni che fa esplodere il pubblico di casa. Finisce 99-90, ennesima dimostrazione di forza per l’attacco di Barcellona, che ha quasi doppiato Biella a livello di valutazione (130-75 il dato finale). Si tratta del settimo successo stagionale, il quarto casalingo per i giallorossi che si confermano così in vetta alla classifica del campionato. Vertice della classifica dimezzato, infatti adesso sono solo tre le squadre a guidare il gruppo: Barcellona in compagnia di Trento e Brescia. Prossimo impegno per Filloy e compagni a Trieste che quest’ oggi a sorpresa ha espugnato il campo di Torino, in Friuli la squadra siciliana cercherà il quinto successo consecutivo, per mandare un chiaro messaggio al campionato sui reali valori di competitività di questa squadra.

Collins festeggiato dai tifosi

Collins festeggiato dai tifosi a fine gara

Sigma Barcellona-Angelico Biella 99-90
Parziali: 25-14; 53-34; 73-61; 99-90
Sigma Barcellona: Young 31, Toppo 14, Maresca (k) 11, Natali 3, Collins 22, De Leo, Filloy 3, Iurato, Pinton 2, Fantoni 12. All: Perdichizzi
Biella: Murta, Chillo 5, Raspino 10, Laganà 28, Infante 7, Lombardi 2, Berti 10, Voskuil 17, De Vico 5, Hollis 6. All: Corbani
Arbitri: Beneduce, Belfiore e Lestingi

Questo il video con le migliori azioni della sfida fra Sigma Barcellona e Angelico Biella:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com