Il Sant’Agata frena anche la Gelbison. Due episodi da moviola al “Fresina”

Sant'AgataL'undici titolare del Sant'Agata

Continua la serie positiva del Sant’Agata, che al termine di una gara gagliarda ha conquistato un ottimo punto contro la Gelbison terza in graduatoria. Il valore dei lucani, squadra tosta e quadrata, non si è scoperto al “Fresina”, dove si è interrotta una serie di cinque vittorie consecutive. La squadra di mister Ferazzoli alla fine si è dovuta accontentare del pari che gli è stato imposto da un avversario volitivo e caparbio, in cui si vede sempre più la mano di Giampà. Per i biancazzurri è il quinto risultato utile di fila, che vale tanto in chiave salvezza.

Gelbison

D’Orsi che allarga il braccio sul lanciato Cicirello

Nonostante le pesanti assenze di La Gamba e Fragapane, la formazione di casa ha giocato senza timori reverenziali, rischiando qualcosa, soprattutto ad inizio ripresa, ma riuscendo anche ad impensierire il portiere D’Agostino. Passando alla cronaca, al 6’ un corto rinvio di Bruno termina su Mesina, ma il suo diagonale termina sul fondo. La replica locale non tarda ad arrivare e tre minuti più tardi direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo impegna severamente D’Agostino che respinge con affanno.

Al 16’ ci prova da lontano Gagliardi, Bruno è attento e blocca. Al minuto 31 episodio da moviola in area ospite con il difensore D’Orsi che allarga il braccio sul lanciato Cicirello per proteggere l’uscita del proprio portiere. A gran voce i santagatesi chiedono il penalty, ma il direttore di gara lascia continuare. Nella ripresa parte meglio la Gelbison, ma è il Sant’Agata ad avere una nitida palla gol con Cicirello che di testa su cross di Franchina mette di poco alto.

Gagliardi

Il gol annullato a Gagliardi per una presunta posizione di fuorigioco

Al 61’ a protestare sono gli ospiti per un gol annullato a Gagliardi per presunta posizione di fuorigioco. Sul versante opposto tre minuti dopo nitida palla gol per Tripicchio che raccoglie una corta respinta di Mautone ma calcia a lato. L’ultimo spunto di cronaca il match lo regala al 76’ con una punizione di Uliano bloccata in due tempi da Bruno. Nei restanti minuti accade poco, si assiste al valzer dei cambi da ambo le parti, ma il risultato rimane immutato.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva