Il Fc Messina scopre “O Mago”. La doppietta di Coria abbatte il Giugliano

CoriaCoria in azione (foto Giovanni Chillemi)

Signore e signori ecco Facundo Coria. L’argentino si presenta con una doppietta da stropicciarsi gli occhi e il Fc Messina ottiene finalmente i primi tre punti casalinghi. Le reti che hanno steso il Giugliano sono arrivate al 29′ e al 66′. Da segnalare anche due penalty falliti dai padroni di casa con Carbonaro e Melillo, che potevano rendere il 2-0 ancora più pesante.

Il pre-partita Per sfatare il tabù casalingo, Costantino si affida al 4-3-2-1, la novità più interessante è rappresentata dall’esordio dell’argentino Coria, che guida l’attacco con il connazionale Melillo e il solito Carbonaro. Solo panchina per Aladje, ancora infortunato, così come Alessandro Marchetti, ancora in tribuna.

Fc Messina

L’undici titolare del Fc Messina (foto Giovanni Chillemi)

La cronaca Prima fase di studio, l’Fc Messina ci prova ma il 4-4-2 scolastico del Giugliano impedisce ai padroni di casa di trovare sbocchi interessanti. All’8’ il tiro dalla lunga distanza di Melillo che si spegne ampiamente sul fondo è un po’ la sintesi di queste rime battute. Al 15’ giallorossi pericolosi, gran giocata di Carbonaro che manda al bar contemporaneamente e avversari e serve un assist Melillo, che da posizione defilata dalla sinistra calcia sull’esterno della rete.

Al 24’ si fanno vedere gli ospiti, Orefice viene servito nel cuore dell’area spalle alla porta, riesce a girarsi e a calciare a botta sicura ma Aiello compie un intervento prodigioso respingendo di piede. La gara sembra bloccata, la sensazione è che servirebbe una giocata individuale. Così ad uscire il classico coniglio dal cilindro ci pensa il mago, anzo “O Mago” Coria, che raccoglie un corner di Melillo e dal vertice destro calcia dai 30 metri un sinistro imparabile che si va ad insaccare all’incrocio dei pali, rendendo vano il volo di dell’incolpevole Mola.

Aiello

Aiello impegnato dagli attaccanti campani (foto Giovanni Chillemi)

La squadra siciliana sembra essersi scrollata di dosso un peso e inizia giocare in modo più convincente. Al 37’ Melillo entra in area dalla sinistra, dopo un rimpallo la palla sbatte sul braccio di Mennella e il direttore di gara concede la massima punizione. Dal dischetto si presenta Carbonaro, che calcia a mezza altezza sulla destra di Mola che intuisce e tiene ancora in vita il Giugliano. Al 43’ ci prova Bevis dalla distanza, conclusione di poco alta. Ultimo brivido di un primo tempo non impeccabile, ma che l’Fc Messina può recriminare per non aver chiuso sul 2-0.

Nella ripresa, pronti via, ci prova il Giugliano con Orefice, che dopo un bello scambio dal limite calcia sul primo palo, ma Aiello si allunga e mette in corner. Al 50’ occasione colossale per i padroni di casa, Carbonaro mette in mezzo dal fondo trovando Coria, che dopo aver messo a sedere un difensore calcia alto sbagliando un vero e proprio rigore in movimento. Al 63′ ci prova De Vena con una punizione dai 25 metri, Aiello blocca. Al 66′ il “Franco Scoglio” si stropiccia gli occhi davanti l’ennesima giocata de “O Mago”, Coria dall’out di destra supera due avversari con uno splendido elastico, in area viene fermato da un difensore in scivolata, ma il direttore di gara gli sventola in faccia il cartellino giallo.

Bevis

Bevis difende un possesso (foto Giovanni Chillemi)

Poco male, la giornata da incorniciare dell’attaccante argentino prosegue 60 secondi dopo, quando da due batte Mola dopo un bello spunto di Brunetti. Il “Franco Scoglio” è ai piedi del giocatore argentino, che potrebbe anche portarsi il pallone a casa al 70′ dopo un bel diagonale, ma Mola dice di no. Al 73′ altro bello spunto di Carbonaro, che entra in area e viene fermato da dietro da un difensore campano: il direttore di gara concede il secondo penalty della giornata. Dagli undici metri questa volta va Melillo, ma Mola si tuffa sulla sua destra e neutralizza anche questo rigore. All’85’ Carbonaro prova a sfruttare un passaggio errato di un difensore gialloblù, il tiro a giro dell’ex Venezia termina alto. All’88’ arriva la meritata standing ovation per Coria, che lascia il posto a Quitadamo. Al 93′ diagonale di Carbonaro dopo una splendida azione personale, il palo grazia Mola. Finische con l’abbraccio dei mille del “Franco Scoglio” per una vittoria meritata.

Coria

Coria si è presentato con una doppietta (foto Giovanni Chillemi)

Il tabellino. Fc Messina-Giugliano 2-0
Marcatore: 29′ pt e 20′ st Coria.
Fc Messina: Aiello, Giuffrida, Marchetti D., Carbonaro P. (49′ st Aladje), Fissore, Melillo (32′ st Carrozza), Casella, Brunetti, Correnti, Coria (42′ st Quitadamo), Bevis (46′ st Miele). In panchina: Oliva, Pini, Camara, Gioria, Santapaola. Allenatore: Costantino.
Giugliano:  Mola, Carbonaro M. (6′ st Caso Naturale), Mennella, Tarascio, Colombatti, Impagliazzo, Micillo (30′ st Capone), Liccardo, De Vena, Alvino (27′ st Ruggiero), Orefice (22′ st Manzo). In panchina: Maisto, Simoncelli, Riccardis, D’Alessandro, Granata. Allenatore: Agovino.
Arbitro: Papale di Torino.
Assistenti: Decorato di Cosenza e Celestino di Reggio Calabria.
Note – Ammoniti: Carbonaro M. (G), Mennella (G), Coria (M).

Commenta su Facebook

commenti