Igea Virtus, Raffaele: “Successo non scontato. Nel girone di ritorno ospiteremo tutte le big”

Mister Peppe Raffaele siede in panchina accanto al responsabile dell'area tecnica, Salvatore Grasso (foto Puccio Rotella)Peppe Raffaele e il responsabile dell'area tecnica Salvatore Grasso (foto Puccio Rotella)

L’Igea Virtus batte 1-0 la Palmese con rete del capitano Dall’Oglio e chiude il girone di andata con 31 punti nonostante una gara non semplice contro un avversario dimostratosi roccioso al “D’Alcontres”.
In sala stampa il tecnico Raffaele analizza la sfida ed una classifica che vede l’Igea al quarto posto: “Il fondo del campo non ci ha aiutato, non si poteva nè fraseggiare nè giocare in velocità, una nostra peculiarità. E’ stata una classica battaglia in mezzo al campo. Il gol del raddoppio avrebbe chiuso la partita definitivamente ma la terna arbitrale ha deciso di annullarlo.

Era comunque importante conquistare questi tre punti, adesso abbiamo dodici giorni per ricaricare le pile e poi tuffarci in vista del girone di ritorno che sarà difficilissimo per noi che abbiamo in casa tutte le formazioni di vertice. Dovremo lavorare duramente anche in queste feste. Guardiamo sempre a noi stessi, il primo obiettivo è sempre noi stessi, lo diciamo da luglio. Questa posizione di classifica per noi è un record, ora nel girone di ritorno testeremo le nostre ambizioni partita per partita. Sancataldese, Nocerina e Messina sono solo alcune delle avversarie che ospiteremo nella fase discendente del torneo. Non siamo noi che possiamo pensare ai risultati degli altri ma vorrei che fossero gli altri a preoccuparsi dei nostri successi”.

Chiosa sul mercato e la possibilità che anche da quello professionistico possa arrivare qualche pedina ulteriore. “Il mercato è stato fatto secondo le nostre attuali possibilità, se ci sarà ancora qualche occasione utile in giro per noi allora ci tufferemo sugli obiettivi papabili altrimenti stiamo bene così, lavorerò con questo gruppo che si impegna tanto da inizio anno. Investire sui giovani è il credo societario, io non chiedo altro ma se qualche tassello può darci una mano ulteriore allora ci penseremo”.

Commenta su Facebook

commenti