Il Città chiude davanti al Biancavilla. Manita Sant’Agata e Camaro, arretra il Rosolini

CardiaIl Città di Messina in festa per la rete di Cardia

I campioni d’inverno stanno dove in pochi li avrebbero cercati. E’ infatti il Città di Messina ad aggiudicarsi la prima metà del torneo, incassando la quinta vittoria consecutiva ai danni di un Ragusa in caduta libera. Il gol di Rosario Rasà, nel primo tempo, basta allora ai peloritani per blindare la testa della classifica al giro di boa, una volta piegate le dirette concorrenti Biancavilla e Sant’Agata.

Il Biancavilla continua a contendere la leadership del girone al Città di Messina

E per il momento possono solo inseguire i gialloblù etnei, capolista per gran parte del girone d’andata. Restano una pura formalità le nove reti segnate ad un’Atletico Catania tenuto in vita dai tifosi, giusto er balzare a 34 punti e restare a -1 dal gradino più alto della classifica. Il tabellino lo firma per due volte Caruso, prima delle triplette di Lucarelli, del figliol prodigo Randis e di un autogol atletista.
Intanto, avanzano anche i santagatesi di Santino Bellinvia. Con ben cinque reti i biancazzurri strapazzano al “Consales” il Rosolini, che cade sotto il risultato di 2-5 e dice addio ai sogni di gloria. Passati dal primo al settimo posto in appena un mese, gli elorini affondano sotto le reti di Calafiore, Mincica, dell’ultimo arrivato Vito Lupo , con in mezzo la doppietta di Isgrò e la flebile razione dei padroni di casa sui gol di Implatini e Melluzzo.

Il Camaro continua a correre anche con i gol dell’ultimo arrivato Rossano (foto Familiari)

Con un altro pokerissimo vince anche il Camaro, che asfalta in esterna l’Avola. I neroverdi di mister Ferrara si impongono con un netto 0-5, su dei rossoblù che ridotti all’osso dal calciomercato invernale incassano il primo gol in stagione di D’Amico prima delle doppiette di Assenzio e Rossano.
Chiude bene il girone d’andata anche il Giarre, quinto dopo la quarta vittoria consecutiva ottenuta piegando in casa per 3-0 il Catania S.Pio X. A segno per i gialloblu sono andati Leotta, Caputa e Messina. E torna al successo anche lo Scordia, che fatica ma piega davanti al pubblico amico anche il Pistunina, col risultato di 3-2. Decisive le reti di Provenzano, D’Angelo e Carioto per i catanesi. Vana, per i peloritani, la doppietta siglata da Ghartey. 
Cresce il Paternò, che piega per 2-1 il fanalino di coda Real Aci e prende ossigeno anche il Caltagirone, che si impone per 3-1 sul campo dell’Adrano.

Commenta su Facebook

commenti