Igea, Raffaele: “Ripartiti dalla nostre certezze. Questo è un campionato difficile”

Peppe RaffaelePeppe Raffaele ha guidato per quattro stagioni l'Igea Virtus (foto Puccio Rotella)

L’Igea Virtus riparte immediatamente, cancellando il ko di Acireale e portandosi al terzo posto in classifica. Dopo il sonante 4-0 rifilato alla Cittanovese, il tecnico giallorosso Peppe Raffaele ha commentato: “Capita in tutte le categorie di creare tanto senza segnare oppure di avere tre o quattro occasioni sporche e fare gol. Non ero preoccupato, la squadra aveva voglia di riscatto dopo aver perso in modo beffardo la scorsa settimana. Il calcio è questo e noi siamo ripartiti tranquillamente dalle nostre certezze”.

Il tecnico Peppe Raffaele

“Non possiamo permetterci di abbassare il ritmo – prosegue Raffaele – pecchiamo di inesperienza. Dobbiamo andare sempre a mille per cercare di segnare, invece abbiamo rischiato di subire gol da Ortolini. Non dobbiamo mai abbassare i ritmi, lavorando dovremo ovviare a queste pecche. Parecchie volte, anche sul 3-0, abbiamo preso delle ripartenze, rischiando qualcosa. Questo, però, fa parte del nostro processo di crescita”.

Il terzo posto non lo scompone, la sua Igea marcia step by step: “Questo è un campionato difficile. Il Roccella ha vinto a Palazzolo, la Santacataldese sta dimostrando di essere una squadra importante. Ogni partita è durissima, c’è un assoluto equilibrio, non esistono risultati scontati, molto dipende da voglia e determinazione. Nocerina, Vibonese e Messina stanno faticando come altre che pensavano di fare un campionato di vertice, ciò dimostra quanto sia difficile questo torneo. Noi viviamo alla giornata e dobbiamo cercare anzitutto di ottenere la salvezza, consapevoli che siamo solo ad un terzo del percorso. Bisogna essere sempre cinici e cattivi per conquistare i tre punti. Ferretti e Kacorri hanno già superato la quota gol dello scorso anno. E’ determinante se i ragazzi proseguiranno con questa voglia”.

Commenta su Facebook

commenti