Gruppo Zenith bello a metà, secondo tempo fatale sul campo dell’Eagles Palermo

Caldwell appoggia a Canestro

Ancora una sconfitta, la quarta consecutiva (ottava stagionale), per il Gruppo Zenith Messina. I peloritani, dopo un primo tempo condotto con autorità, cedono nella ripresa all’Eagles Palermo, tornata in campo letteralmente trasformata. Con una super difesa la squadra di coach Priulla chiude tutti i varchi e concede agli scolari appena 22 punti in due quarti. Ottima prova fra i palermitani della guardia Biasich, 23 punti a referto. Il bresciano è stato l’uomo in più delle aquile, con le sue scorribande ha creato non pochi problemi alla difesa ospite. Bene per l’Eagles i due americani: Ross 23 punti e Taylor 20, anch’essi decisivi ai fini del risultato finale. Messina è calata alla distanza, ma si può consolare per i buoni numeri di Weglinski (21) e Caldwell (20); il solo Buono (11) è stato in grado di colpire dall’arco e forse i compagni avrebbero dovuto cercarlo di più.

Time out Gruppo Zenith Messina

Time out Gruppo Zenith Messina

Il Gruppo Zenith aveva iniziato bene, l’impatto sul match del nuovo arrivato Josh Caldwell è stato traumatico per i padroni di casa, quella di Baldaro sembra tutta un’altra squadra rispetto a quella vista sette giorni prima a Catania, tutto funziona bene e nulla fa presagire ciò che accadrà nel secondo tempo. Gli undici punti messi a segno dal pivot di Denver fanno volare Messina sul +12 (7-19). Il primo quarto si chiude sul 14-21.

Nel secondo periodo la Basket School continua a comandare, Weglinski, Mazzù e il gioco da tre di Caldwell permettono agli ospiti di doppiare l’Eagles (14-28). Priulla trova delle buone risposte da Taylor e Biasich. Il vantaggio peloritano si riduce fino al +5, i liberi di Buono, autore di una tripla poco prima, chiudono il primo tempo sul 37-44.

Nell’intervallo Priulla suona la carica, la sua squadra difende con grande intensità. Il 6-0 di parziale riporta a-1 i padroni di casa. Messina soffre l’aggressività delle aquile, Caldwell in difesa piazza un paio di stoppate spettacolari, Buono con un paio di triple tiene a galla la sua squadra, Weglinski realizza il +7 (45-52). Ma l’inerzia del match è cambiata, sale in cattedra lo statunitense Ross, Messina perde un paio di palloni, l’americano riparte in contropiede e prima va a pareggiare e poi mette la seconda schiacciata consecutiva che vale il sorpasso (56-54). Al 30’ l’Eagles chiude avanti di tre lunghezze (58-55).

L’ultimo quarto è un monologo dei bianchi di casa, due bombe di Biasich regalano il +9 all’Eagles, Messina è in grande difficoltà e la squadra di Priulla ne approfitta allungando con decisione. Trascinate da Taylor e Ross, le aquile toccano il massimo vantaggio sul +21 (81-60). Finisce 84-66 fra il tripudio del pubblico di casa e la cocente delusione dei messinesi che mercoledì prossimo torneranno in campo a Licata giovedì per il turno infrasettimanale.

Tiro Libero di Mazzù (Gruppo Zenith)

Tiro Libero di Mazzù (Gruppo Zenith)

Tabellino:

Eagles Palermo – Gruppo Zenith Messina 84-66

Parziali: 14-21; 23-23 (37-44); 21-11 (58-55); 26-11

Eagles Palermo: Giardina 2, Ross 23, Biasich 23, Taylor 20, Marisi 8, Bruno 1, Gogua ne, Mustacchio 2, D’Amico 5, Testa ne, Allenatore: Flavio Priulla

Gruppo Zenith Messina: Di Dio, Calarese 4, Weglinski 21, Buono 11, Trimarchi ne, Speciale ne, Mazzù 10, Marabello, Germanotta ne, Caldwell 20. Allenatore: Dani Baldaro

Arbitri: Filesi di Chiaramonte Gulfi e Giunta di Ragusa

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti