Gescal, il presidente Panarello: “Puntiamo sui giovani. Di Maria una certezza”

GescalIl presidente Francesco Panarello e mister Gaetano Di Maria

Si conclude la prima settimana di preparazione per il Gescal che, nel proprio “Stadium”, lavora agli ordini di mister Gaetano Di Maria e del vice Fabrizio Giordano. Un ritorno in campo importante dopo il lungo stop causa pandemia.

Gescal

Il presidente del Gescal Francesco Panarello

«La prima buona notizia è aver ripreso, sperando di poter giocare tutto il campionato», ha esordito il presidente Francesco Panarello, che con tutta la dirigenza e lo staff tecnico sta valutando la rosa a disposizione e le prossime mosse: «Il gruppo è sempre lo stesso, abbiamo mantenuto l’ossatura della squadra. Dopo questa prima settimana di preparazione valuteremo dove e come puntellare la rosa. La base c’è, ma con il mister faremo il punto della situazione per impostare al meglio la squadra». 

Proprio mister Di Maria rappresenta la certezza in casa biancoverde: «L’allenatore non si discute, sia sotto l’aspetto personale che tecnico. Parliamo di un top – ha sottolineato il massimo dirigente –. Sa come seguire i ragazzi, come allenarli e anche come farli divertire. È questo l’aspetto principale, poi i risultati verranno di conseguenza facendo gruppo». 

Gescal

Il Gescal celebra una rete (foto Alice Cucinotta)

Il Gescal, quindi, proseguirà il proprio progetto tecnico puntando sui giovani, guidati da qualche elemento d’esperienza: «I nostri ragazzi sono validi e già lo scorso anno gli juniores in campo era tanti. Anche in graduatoria giovani avevamo un buon punteggio e il mister mi ha detto che, quest’anno, punteremo al primo posto in questa particolare classifica», ha spiegato il presidente biancoverde, che ai suoi giocatori ha chiesto impegno, rispetto e di scendere in campo per divertirsi.

Sia negli allenamenti, che si svolgeranno come sempre al “Gescal Stadium”, sia nelle partite, che si giocheranno al “Despar Stadium”: «Nel nostro impianto ci alleniamo con serenità, i ragazzi si sentono a casa e tra campo, spogliatoi e area medica abbiamo tutto quello che ci serve. Qui giocherà il settore giovanile, mentre per quanto riguarda le gare interne della prima squadra – ha aggiunto Panarello – abbiamo risolto i problemi legati al campo e abbiamo la certezza di poter utilizzare la struttura di Bisconte. È importante, perché giochiamo lì da dieci anni ed è il nostro terreno casalingo».

Infine, una battuta sul girone B che, quest’anno, è composto interamente da compagini di Messina e provincia: «Ci saranno sfide ancora più interessanti e anche qualche derby in più. È un ulteriore stimolo per fare bene».

The following two tabs change content below.