Derby vincente per l’Handball Messina contro Palermo

Formazione Maschile Handball MessinaFormazione Maschile Handball Messina

La prestazione ancor prima del risultato, era questa la premessa numero uno in casa Handball Messina alla vigila del difficile match interno contro l’Handball Palermo di mister Mottareale. Tommaso D’Arrigo, il tecnico del “sette” peloritano, può ampiamente sorridere perché oltre ai tre punti è arrivata anche una prestazione maiuscola da parte dei propri giocatori, ben lontani parenti rispetto a quelli scesi in campo solo sette giorni prima a Scicli.

Prima frazione di gioco molto tirata, con le due contendenti che si rincorrono a vicenda e dimostrano di non voler mollare in alcun modo. Gara molto muscolare e tatticamente bloccata, dove per vedere la prima rete bisogna attendere quasi quattro minuti, quando ci pensa Antonio Zaia a rompere il ghiaccio e portare in vantaggio l’Handball Messina. In casa peloritana si fa sentire il peso del ritorno in campo di capitan Olindo Carubia, decisivo sia in termini di impostazione di gioco che di finalizzazione, con uno score personale di 8 reti. E’ proprio una sua marcatura a fissare il risultato sul 10-8 e mandare tutti negli spogliatoi con il “sette” di Tommaso D’Arrigo sopra di due lunghezze.

Nella ripresa, l’Handball Messina prova subito a scappare con Giovanni Minissale, freddo davanti al portiere avversario dopo una veloce ripartenza. Ma l’Handball Palermo non ci sta e riduce nuovamente il distacco, con il risultato che si mantiene in bilico fino alla prima parte della seconda frazione di gioco. Ci penseranno poi le doppiette di Antonio Zaia e Francesco Costarella a mandare Messina sopra di sette lunghezze (27-20), mettendo una seria ipoteca sul risultato finale. La concentrazione dei ragazzi di mister D’Arrigo è massima e, quando la difesa non riesce a fermare gli avanti avversari, ci pensa il portiere Nicolae Catalin ad abbassare la saracinesca e a chiudere la porta della squadra peloritana. Il punto del 28-21 siglato da Massimo Duca chiude virtualmente il confronto, con Palermo che ci prova fino alla fine, ma la due reti finali di Saitta e Pupillo non bastano, con il risultato che sorride ai padroni di casa (30-23).

Soddisfazione massima per Tommaso D’Arrigo, il tecnico dell’Handball Messina: “Gara intensa, non era per nulla facile ma siamo stati bravi a restare concentrati dal primo all’ultimo minuto. Sono molto soddisfatto per la grande intensità dimostrata dai ragazzi, con una prestazione decisamente diversa da quella della settimana scorsa a Scicli. Quella era una squadra troppo brutta per essere vera e oggi abbiamo dimostrato che, con l’organico al completo e la mentalità giusta, sappiamo stare in campo e proporre il nostro gioco”.

Massimo Duca

Massimo Duca

Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’ala sinistra Massimiliano Duca: “E’ stato un match molto combattuto fin dalle prime battute di gioco. Da parte nostra abbiamo cercato di difendere bene, perché conoscevamo il valore dei nostri avversari, ma all’inizio abbiamo giocato con troppa foga e commesso qualche errore di troppo.

Nel secondo tempo siamo stati decisamente più precisi, soprattutto in fase offensiva, e questo ci ha permesso di andare avanti di qualche punto e impedire che Palermo potesse tornare in partita. Io e i mie compagni siamo molto felici, sia per i tre punti ma soprattutto per la prestazione, visto che nelle ultime gare non avevamo reso al meglio”.

Commenta su Facebook

commenti