All’Handball Messina femminile di mister Costantino il derby con Reggio Calabria

Handball Messina FemminileHandball Messina Femminile

Dopo il convincente successo esterno con il Badolato, la formazione femminile dell’Handball Messina centra un’altra importante vittoria battendo tra le mura amiche del “PalaMili” il sette del T.H. Reggio Calabria.

Il punteggio finale, 27-11 per Chillè compagne, la dice tutta su una gara che le ragazze di Alessandro Costantino hanno dominato dall’inizio alla fine, nonostante la rete di Vallelonga avesse temporaneamente aperto le ostilità e portato in vantaggio le calabresi. Pressochè immediato il pareggio, grazie al rigore trasformato da Giusi Prisa, poi il punto del 2-1 con Rosaria Mangano e da lì Handball Messina sempre avanti nel punteggio fino al fischio finale della sirena. Nella prima frazione di gioco la squadra peloritana concede poco (grazie anche all’ottima vena del proprio portiere Rosaria Musumeci) ed è cinica al punto giusto davanti all’estremo difensore avversario, andando negli spogliatoi sul parziale di 13-3.

Il copione non cambia nella seconda frazione di gioco, aperta dalle due marcature di Denise Truscello e Giusy Interdonato, con l’Handball Messina che vola a +12 (15-3) sulle rispettive avversarie, quasi mai in grado di contrastare la manovra di gioco allestita dalla formazione di mister Costantino. Passano i minuti e aumenta il bottino di reti messo a segno da Giusi Prisa, top scorer del match con 12 marcature. Nel finale, a risultato ormai in cassaforte, cala un po’ la concentrazione e ne approfitta il T.H. Reggio Calabria per limitare i danni e tornare a casa con un passivo minore.

Luisa Chillè

Luisa Chillè

Nel prossimo turno, valevole come quinta e ultima giornata d’andata del torneo di 2^ Divisione Femminile Nazionale, per l’Handball Messina un’altra calabrese, con la squadra del presidente Enzo Marino impegnata sul campo del Lamezia.

Questo il commento a caldo di Alessandro Costantino, tecnico dell’Handball Messina, sulla prova delle sue ragazze: “Una vittoria importante, meritata, visto che abbiamo avuto la partita sempre in pugno e il risultato non è stato mai in discussione. Adesso, prima della sosta, chiederò alle ragazze un ultimo sforzo per chiudere in bellezza il girone d’andata. A Lamezia voglio però vedere un maggior livello di concentrazione, dal momento che anche oggi, al di là del risultato finale, in alcuni momenti del match l’atteggiamento della squadra non mi è piaciuto. Vorrei fare, infine, una menzione speciale per l’esordio in campo di Valentina Duca, che oggi ho voluto premiare per il grande impegno dimostrato nel corso degli allenamenti a partire dal precampionato”.

A fine gara, parla anche Luisa Chillè, il capitano dell’Handball Messina: “Partita dal risultato scontato, vista la differenza tecnica e di esperienza tra noi e il T.H. Reggio Calabria. E’ stata però una gara incolore, perché abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità e con poca concentrazione, soprattutto all’inizio. Poi hanno prevalso l’orgoglio e la voglia di far bene davanti al nostro pubblico, fattori che ci hanno permesso di incanalare il match lungo i binari giusti. A mio avvivo, migliori in campo i nostri due portieri, nel primo tempo Rosaria Musumeci e nella ripresa Deborah Braccini, entrambe protagoniste di interventi importanti e decisivi”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com