Catania ok al debutto: 0-1 a Matera. Casertana agganciata in vetta dalla Paganese

Pancaro con la nuova divisa del CataniaPancaro con la nuova divisa del Catania

Debutto fortunato del Catania nel girone C di Lega Pro. Gli etnei, condannati alla terza serie nell’ambito del processo sul calcioscommesse ed al via con nove punti di penalizzazione, si impongono per 0-1 a Matera. Lucani gelati dal gol di Scarsella al 14′ su bel suggerimento di Calil. Padroni di casa più volte vicini al pareggio nella ripresa, ma fermati dal portiere Liverani. Ospiti in 10 dal 77′ a causa del rosso comminato a Russotto. Stecca ancora il Foggia, piegato 1-0 dal Benevento. Lucioni a segno dopo appena sessanta secondi colpendo di testa sugli sviluppi di una punizione. Matura così il primo successo stagionale degli “stregoni”, mentre la formazione di De Zerbi accusa un altro passaggio a vuoto.

Lucioni, difensore del Benevento

Lucioni, difensore del Benevento

Pari tra Lecce e Casertana. Al “Via del Mare” finisce 1-1 una delle gare più interessanti della terza giornata. Al 32′ l’autorete di Freddi, al 40′ il centro salentino ad opera di Surraco, autore di una conclusione imprendibile per il portiere campano. La Casertana sale comunque a quota 7 e resta in vetta, seppur in coabitazione con la Paganese. Cede, infatti, la Fidelis Andria, sconfitta 2-1 dalla compagine di Grassadonia. Caccavallo fa doppietta su rigore, al 22′ ed all’84’, costringendo alla resa i pugliesi, rivelazione dell’avvio di campionato. Rosso ad Aya in occasione del secondo penalty concesso agli azzurrostellati. Accorcia Fissore al 94′.

Il tecnico della Paganese Gianluca Grassadonia panchina (foto Gabriele Maricchiolo)

Il tecnico della Paganese Gianluca Grassadonia panchina (foto Gabriele Maricchiolo)

L’Ischia liquida la pratica Martina con le reti di Kanoute e Mancino. Un 2-0 che dimostra il buono stato di forma dei gialloblù, alla loro seconda affermazione. Al “Ceravolo” si sblocca la Juve Stabia che passa 1-2 in rimonta nel finale. Per il Catanzaro illusorio vantaggio firmato da Razzitti in chiusura di primo tempo. Pari delle “vespe” di Ripa con un colpo di testa al 52′ e gol decisivo di Gomez all’85’. Poche emozioni (0-0) tra Cosenza e Akragas. Missione compiuta per gli uomini di Legrottaglie che strappano un prezioso punto nonostante il predominio territoriale dei silani. Melfi-Lupa Castelli Romani termina 1-1. Al 40′ vantaggio gialloverde di Giacomarro, al 79′ il pari di Petta. Finale in inferiorità numerica per i laziali. Mercoledì i recuperi della prima giornata Benevento-Messina e Monopoli-Catania.

Ripa della Juve Stabia

Ripa, attaccante della Juve Stabia

Risultati terza giornata: Cosenza-Akragas 0-0; Ischia-Martina 2-0; Lecce-Casertana 1-1; Matera-Catania 0-1; Monopoli-Messina 1-1; Benevento-Foggia 1-0; Catanzaro-Juve Stabia 1-2; Melfi-Lupa Castelli Romani 1-1; Paganese-Fidelis Andria 2-1.

Classifica: Casertana, Paganese 7; Ischia, Fidelis Andria 6; Lecce, Cosenza, Melfi, Benevento 4; Juve Stabia 3; Lupa Castelli Romani 2; Matera (-2), Martina, Foggia, Catanzaro, Messina, Monopoli, Akragas 1, Catania -6.

Commenta su Facebook

commenti