L’Iniziativa butta due punti. Il Torregrotta pareggia 1-1 a tempo scaduto

Una buona prova di squadra non basta all’Iniziativa San Piero Patti per brindare al primo successo casalingo. Contro il Torregrotta, infatti, i sampietrini buttano al vento due punti nel finale, vanificando una prestazione di valore offerta di fronte ad un indomito avversario. In sintesi gli ospiti hanno il merito di impedire il raddoppio, ma è un espulsione diretta rifilata a Svezia nel finale a decidere il risultato.

La gara si accende già al 3’ e L’Iniziativa ha un’occasione per passare. Stefano Svezia calcia punizione dalla distanza e costringe all’uscita Vinci, che non trattiene. Curasì si avventa sulla respinta, trovando solo lo stesso portiere pronto ad innescare il contropiede torrese.

L'esultanza di Svezia

L’esultanza di Svezia

Dal lato opposto c’è Rasà, che lanciato a rete, faccia a faccia con De Francesco, è in fuorigioco. Quattro minuti più tardi un calcio di punizione tocca al Torregrotta, col portiere che esce e, lasciando inizialmente in area il pallone, fa partire un batti e ribatti tutto giocato di testa, sbrogliato poi da Giuttari. All’11’gli ospiti fanno poi un ultimo squillo prima di lasciare il passo all’Iniziativa, quando Rasà si inserisce in area e reclama fallo perché coperto da più uomini. Passa un quarto d’ora ed i giallorossi trovano decisamente il ritmo giusto, a partire da un’ottima punizione a giro di Svezia fatta propria da Vinci. Al minuto 38 i sampietrini passano in vantaggio, premiati da una perfetta sovrapposizione offensiva e da una conclusione di gran classe. Assistman è Curasì, che svirgola alto un pallone dalla linea di fondo, ma il capolavoro è tutto di Stefano Svezia, che a nervi saldi non fa nemmeno rimbalzare il pallone lasciando pietrificato il portiere rossoblu. Realizzato l’1-0 l’Iniziativa ha tanta voglia di raddoppiare, ma nei restanti 7 minuti a poco servono un tiro alto di Adamo ed un debole colpo di testa di Germanò.

Germanò difende palla

Germanò difende palla

La ripresa comincia senza troppa fluidità di gioco ed alcune azioni ospiti trovano il muro di un undici giallorosso molto più ordinato che nel primo tempo. Al 49’ apre bene il gioco Sittineri, che fa partire Rasà dietro Spinella ma vede il difensore far propria la sfera senza troppe difficoltà. Al 61’ è invece Rasà ad impostare, con ancora Spinella che anticipa l’incornata di Trovato e prosegue l’azione con l’aiuto di Giuttari, svelto a deviare in corner. Più tardi l’ingresso di Biondo vivacizza l’Iniziativa, ma il Torregrotta ha una buona opportunità conquistando punizione sull’ennesima ripartenza.  Squadrito, da 20m, colpisce il palo abbastanza in alto, mentre Rasà, sulla respinta non colpisce bene di testa. All’83’ L’Iniziativa torna ad accelerare e Matteo Serio fa addirittura 60m tutto solo, senza riuscire ad imbeccare l’accorrente Merenda sul palo opposto al proprio.

L'esultanza del Torregrotta

L’esultanza del Torregrotta

Otto minuti dopo Germanò entra in area e reclama rigore, perché stretto tra il portiere ed il difensore, ma presto si concretizzerà il gol del pareggio. A trenta secondi dalla fine del recupero, Svezia commette fallo di reazione su Rasà a meno di 20m dalla porta difesa da De Francesco. Gugliandolo gli commina il rosso diretto e assegna il calcio di punizione trasformato da Bertino. Il difensore rossoblu dipinge un’ottima traiettoria, che sorprende il portierino locale superandolo di poco ed insaccandosi sotto la traversa.  L’ultimo colpo di coda è di Germanò, che dal cerchio di centrocampo, già sul calcio d’inizio, tira con Vinci che lo para sotto il sette.

Per il terzo turno di campionato tornerà in casa il Torregrotta, pronto ad ospitare la Santangiolese, mentre L’Iniziativa giocherà al “D’Alcontres” contro il Barcellona P.G.

L’Iniziativa San Piero Patti 1-1  Torregrotta

Marcatori: 38′ Svezia, 96′ Bertino

L’Iniziativa (4-4-2): De Francesco, Masi, Curasì, Bongiovanni (81′ Merenda), Giuttari, Spinella, Serio, Cappadona (85′ Granata), Germanò, Svezia, Adamo (62′ Biondo). All. Giuseppe Giuttari

Torregrotta (4-3-1-2): Vinci, Bonaffini (85′ Campanella), Squadrito, Bertino, Sgrò, Leo, Falcone (46′ Trovato), Battaglia, Rasà, Sciliberto (59′ Isgrò), Sittineri.All. Giannicola Giunta

Arbitro: Marco Gugliandolo di Messina. Assistenti: Giovanni Spataro di Messina e Salvatore Recupero di Barcellona Pozzo di Gotto.

Note: Ammoniti: Giuttari, Biondo (I) Sciliberto, Rasà, Battaglia (T) Espulsi: Svezia per fallo di reazione

Recupero: 1 pt, 7 st

Angoli: 1-2

The following two tabs change content below.
Enzo Cartaregia

Enzo Cartaregia

Cronista sportivo da sempre, in MessinaSportiva da ancor prima. Cresciuto sui campi di calcio, si dedica anche all'approfondimento ed alla pallacanestro

Commenta su Facebook

commenti