Betaland, Di Carlo: “Ottimo lo spirito di sacrificio della squadra. La Coppa sarebbe un sogno”

Betaland Capo d'OrlandoCoach Di Carlo insieme ai suoi assistenti - (Foto R. Fazio)

Sala stampa attesa al PalaFantozzi, sempre più tempio sacro di una squadra che fa sognare la Sicilia intera. Coach Di Carlo ha analizzato la sfida con Pistoia.

«È stata una partita più dura di quello che è potuto sembrare dal divario nel punteggio durante la gara. La fluidità della nostra manovra all’inizio non era perfetta poi la difesa ci ha permesso di aprire il nostro gioco in transizione e abbiamo ottenuto dei vantaggi giocando il pick and roll. Voglio fare una particolare menzione a Milenko Tepic che si è sacrificato molto per questa squadra con grande attaccamento. Abbiamo avuto delle buona lettura delle situazione d’attacco stasera. Adesso ci tufferemo in questa sfida di sabato con Sassari che può farci toccare con mano un traguardo per noi veramente importante. La partita di Stojanovic è stata molto importante. Bisogna dare fiducia a questi ragazzi e avere pazienza. Laquintana, Perl così come tutti gli altri ci danno grandi garanzie in allenamento, i risultati a livello individuale arriveranno per loro».

Esposito (Pistoia)

Vincenzo Esposito (Pistoia)

Esce sconfitto coach Esposito su un campo che in passato aveva invece regalato diverse gioie al team toscano: «Abbiamo iniziato la partita nel modo giusto rispettando il piano gara, poi nel momento in cui sono arrivate le prime difficoltà siamo tornati a disunirci. In casa puoi rimediare agli errori commessi, ma per fare risultato fuori casa, non è sufficiente una prestazione così. Se vogliamo alzare l’asticella dobbiamo dimostrare maturità fuori casa. È compito mio far capire questa cosa soprattutto mentalmente ai giocatori in modo da ripetere l’atteggiamento tenuto in casa anche fuori».

 

Commenta su Facebook

commenti