La Betaland in casa sa solo vincere. Anche Pistoia cade in Sicilia, Final Eight di Coppa più vicine

Orlandina - PistoiaArchie si appende al ferro dopo una spettacolare schiacciata - Foto R. Fazio

La Betaland Capo d’Orlando batte Pistoia 79-64 con una gara arcigna, piena di determinazione e voglia di vincere. Prestazione da grande giocatore all-around per Stojanovic (19 punti, 8 rimbalzi, 2 assist, 2 stoppate, 2 palle recuperate), 20 punti e 7 rimbalzi per Dominique Archie, 10 rimbalzi per Milenko Tepic oggi impiegato diversi minuti da 4.

Coach Di Carlo, ha potuto contare sulla rapidità di Fitipaldo e la determinazione di Archie in attacco, ma ha dovuto fare i conti con l’ assenza di entrambi i lunghi di ruolo, Nicevic e Delas, che però sono stati assai ben sostituiti da Iannuzzi e compagni.

Orlandina - Pistoia

La palla a due di Orlandina-Pistoia – Foto R. Fazio

Primo quarto in cui la The Flexx Pistoia ha dato segnali importanti di poter essere in serata sotto canestro e dominare quella zona tattica lasciata vuota dai centri titolari di Capo d’ Orlando, assenti per infortunio. Da fuori i padroni di casa hanno buone percentuali 4/12  mentre Pistoia concluderà il primo tempo con un pessimo 0/9. Per Capo d’ Orlando Archie ne segna 9 su 19 concludendo però in panchina per i due falli commessi. Inatteso e illusorio 19-22 The Flexx dunque dopo dieci minuti di gioco con gli ospiti sotto canestro in ritmo e una Betaland un po’ timida e impacciata in attacco. (19-22)

Nel secondo quarto l’ impatto della panchina di Capo d’ Orlando sulla partita è stata determinante nel non far sentire l’ assenza per falli di Archie, e mettendo a segno un parziale di 8-0 che ha spaccato la partita. Pistoia ci ha provato con qualche fiammata in attacco, ma con l’uscita di Crosariol per falli e nervosismo ha diminuiti i giri della squadra di Coach Esposito. 25-23 Betaland dopo quattro minuti e gioco poco concreto nell’attacco biancorosso. Capo d’Orlando ne ha approfittato arrivando alla pausa lunga sul 41-32. Per Pistoia un negativo 0/9 da tre punti e 10 palle perse. (41-32 al 20′).

Orlandina - Pistoia

Laquintana stoppato fallosamente – Foto R. Fazio

Terzo quarto in cui ancora i padroni di casa hanno imposto il loro ritmo da fuori, dominando però anche l’ area, in maniera inaspettata per lo staff di Pistoia. È stato proprio lì che la Betaland ha fatto male a Pistoia, costringendo poi a lasciare liberi i tiratori come Diener e Fitipaldo. Con un vantaggio di tredici punti coach Di Carlo ha amministrato la partita con efficacia e agonismo: ogni giocatore era in partita e anche la panchina ha dato molto. Ultima speranza per la The Flexx che ha visto scritto sul tabellone anche 56-50, ma che è stato un miraggio per pochi secondi. Diener conclude il quarto con una magia sul 62-54. Due triple consecutive di Fitipaldo costringono la The Flexx al timeout dopo aver sperato di rientrare: 68-56.

Ultimo quarto frammentato da falli e ripartenze sbagliate che non alzano il ritmo in maniera necessaria per Pistoia: Stojanovic a quota 19 punti è il mattatore stasera dell’ ultima frazione per la Betaland Capo d’ Orlando rispedendo Pistoia a meno dodici. Ultimi tre minuti conditi da canestri segnati da entrambe le parti ma senza riuscire ad accendere più una scintilla efficace per Pistoia: più tredici o più dieci in favore dei padroni di casa non cambia molto per poter sperare in qualcosa ancora a Pistoia. 79-64 il finale, la Betaland è sempre più in alto in classifica e sogna l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia in programma a Rimini.

DICHIARAZIONI

Mauro Saja (Team manger Betaland): «L’assenza di Mario Delas e quella di Nicevic poteva pesare sull’economia dell’incontro. Abbiamo scelto di giocare a ritmi alti per non far piazzare i lunghi di Pistoia. La strada per le Final Eight di Coppa Italia è ancora lunga ma faremo di tutto per raggiungere Rimini per un traguardo che sarebbe per noi straordinario».

Dominique Archie al termine di Orlandina-Pistoia: «È stata una vittoria importante ottenuta giocando con nuovi schemi dovuti all’assenza di Mario Delas, uno dei nostri giocatori più importanti. Ognuno di noi ha dato tutto e ha fatto le cose giuste nei momenti giusti. Sabato arriva Sassari e vogliamo regalarci un’altra notte magica insieme ai nostro splendidi tifosi. Speriamo vengano ancora più numerosi di oggi!»

Orlandina - Pistoia

Stojanovic in percussione – Foto R. Fazio

Betaland CdO-The Flexx Pistoia 79-64

Parziali: 19-22; 41-3262-54; 79-64

Betaland Capo d’Orlando: Carlo Stella ne, Galipò ne, Tepic 6, Fitipaldo 13, Iannuzzi 12, Laquintana, Perl, Nicevic ne, Diener 9, Egwoh ne, Archie 20, Stojanovic 19. All.: Di Carlo

The Flexx Pistoia: Cournooh 1, Di Pizzo ne, Petteway 8, Okereafor 2, Antonutti 3, Lombardi 12, Crosariol 1, Magro 8, Roberts 6, Moore 11, Boothe 12. All.: Esposito.

Commenta su Facebook

commenti