Orlandina, Cardani: “A Mantova altra sfida complicata. Dobbiamo essere pronti”

Orlandina BasketPoser e Mack in difesa (foto Carmen Spina)

Recupero di campionato per l’Infodrive Capo d’Orlando che gioca un match delicato sul parquet di Mantova, compagine infarcita di ex come Marco Laganà, Stojanovic e Iannuzzi. Il tecnico Marco Cardani ha presentato la partita che arriva per il team paladino dopo cinque sconfitte consecutive: “Giochiamo contro una squadra in forma, di talento e che sta facendo molto bene da quando ha trovato l’attuale assetto che gli dà equilibrio con quattro esterni sempre in campo e un solo lungo di ruolo dentro l’area, l’ex paladino Iannuzzi. Sarà una partita molto complicata per noi, abbiamo continuato a faticare negli allenamenti anche in questi ultimi dieci giorni perché non siamo mai stati al completo. Adesso però non vediamo l’ora si alzi la palla a due perché abbiamo dimostrato contro tutti di poter essere competitivi anche nelle ultime sconfitte contro le prime della classe”.

Orlandina Basket

Andrea Traini recuperato per la trasferta di Mantova (foto Carmen Spina)

L’allenatore vuole vedere progressi rispetto il ko dell’andata arrivato quando ancora la stagione era agli albori. Le preoccupazioni sono tutte per un’infermeria ancora affollata tra gli esterni: “All’andata siamo sbattuti contro il loro muro e la loro prontezza. Loro centrarono quattro vittorie di fila, tra cui quella sul nostro campo, noi adesso cercheremo di essere ancora più pronti nelle situazioni tattiche dove all’inizio non lo eravamo. Più si va avanti nella stagione e più ogni possesso conta, ogni gara può regalarti due punti fondamentali per la salvezza il nostro obiettivo. Tra i singoli Ellis non è recuperato, la frattura alla mano si sta rivelando più lunga del previsto. Laganà ancora è in dubbio. Recuperiamo Andrea Traini, fermo per altri dieci giorni a causa dei postumi di una contusione parità con Pistoia. Cerchiamo di mettere insieme i pezzi, trovando in settimana le alternative per sopperire a queste difficoltà nel plyamaking”.