Torino conduce in lungo ed in largo al PalAlberti. Per la Sigma Barcellona adesso è crisi vera (VIDEO)

Una penetrazione del torinese Steele
Una penetrazione del torinese Steele

Una penetrazione del torinese Steele

Dopo tre sconfitte consecutive la Sigma Barcellona è chiamata a tornare obbligatoriamente al successo per riprendere quota in classifica che è comprensibilmente peggiorata nell’ultimo mese per gli uomini di coach Perdichizzi. La società giallorossa in settimana ha indetto il silenzio stampa per creare nuova serenità attorno a capitan Maresca e compagni, adottando la politica del biglietto unico a cinque euro per riempire il PalAlberti che dovrà avere il ruolo di spingere al successo la squadra nel big match contro la corazzata Torino. I piemontesi di Pillastrini dopo aver recuperato la condizione fisica negli uomini migliori ed avere attinto al mercato con l’innesto dell’ex Caserta Bowers, non si nascondono e si candidano alla promozione finale in massima serie grazie ad un roster di spessore impreziosito dalla stella di Stefano Mancinelli, giocatore ex Nazionale e che dopo annate magiche in A proviene da Cantù. Le squadre arrivano all’importante appuntamento, il tredicesimo del campionato di Adecco Gold, con due assenze per parte, Barcellona priva dell’ala Natali mentre Torino, seguita in Sicilia da un drappello di tifosi, non conterà sul play Chessa.

Azione di gioco del match Barcellona-Torino

Azione di gioco del match Barcellona-Torino

La cronaca: Perdichizzi manda in campo il quintetto formato da Collins, Young, Filloy, Maresca e Toppo mentre Torino risponde con Steele, Bowers, l’ex di turno Evangelisti, Mancinelli e Amoroso. Subito emozioni dopo la palla a due con la stoppata di Filloy su Bowers, ma Torino muove per prima il tabellino con la tripla di Mancinelli (0-3), reduce dai 20 punti di domenica scorsa nel derby con Casale. Con un canestro dalla media prosegue l’ottimo momento della Manital con Amoroso, autentico leader offensivo con oltre 18 punti di media. Barcellona è presente e risponde con un gioco da tre punti con Toppo, grande protagonista anche nell’ultima sfortunata trasferta di Verona. Gli uomini di Pillastrini continuano a comandare i giochi grazie alla seconda tripla della serata di Mancinelli (3-8). Perdichizzi chiede ai suoi di muovere la palla contro la difesa di Torino e la Sigma punisce gli avversari con la tripla dall’angolo di Filloy, cui replica prontamente il canestro dell’ex Montegranaro Steele (6-10). Le difficoltà di Barcellona in questo avvio sono acuite da una disattenzione difensiva di Toppo che regala palla a Mancinelli che non ha problemi a realizzare il suo ottavo punto complessivo in un primo quarto di ottimo impatto e Torino doppia i padroni di casa sul 6-12. Una tripla di Bowers (grande leadership al tiro) allunga il divario dei gialloblu, autentici padroni del campo con la Sigma costretta a ricorrere al pivot Fantoni per dare maggiore fisicità ad un reparto sotto canestro che soffre i muscoli di Amoroso. Al 7’ grandi proteste da parte della panchina di casa per un sospetto contatto non ravvisato a favore della Sigma. Lo stesso Bowers non trova opposizione nella difesa avversaria ed in penetrazione regala il vantaggio in doppia cifra alla seconda della classe (6-17). La reazione dell’Igea è tardiva ma si perfeziona con un bell’appoggio a canestro di Maresca che riporta sul meno nove la sua squadra. I locali devono fronteggiare una percentuale al tiro davvero deficitaria (25% da due e 16% da tre)  ed un predominio a rimbalzo sui due lati del campo di Torino (6-10 il dato complessivo delle carambole). Un primo quarto assolutamente da dimenticare per la Sigma è chiuso col canestro sulla sirena del play Gergati che fissa il punteggio sull’8-19 per la Manital.

torino 2

Alla ripresa delle ostilità a gran voce il pubblico del PalAlberti chiama alla reazione la squadra del presidente Bonina che manda sul parquet il play Pinton, nel primo minuto e mezzo il punteggio non si sblocca, poi arriva l’alley oop per il gigante polacco di 214 cm Wojciechowski che realizza subendo fallo (sbaglia però l’aggiuntivo) dilatando il vantaggio a quattordici punti (8-22). Pinton e Fantoni spezzano l’emorragia offensiva del team di casa ma recuperare il gap in favore di Torino non appare impresa facile che segna ancora col nazionale polacco. Barcellona sospinta da un pubblico impagabile centra il primo parziale della serata (5-0) confezionato da due liberi di Maresca e la tripla dall’angolo di Young, primi punti della serata per l’ex Upea. La Sigma finalmente trova maggiore fluidità nella manovra d’attacco ed i palloni sotto canestro per un Fantoni rinvigorito. Il lungo livornese è bravo a recuperare una palla vagante nel traffico della difesa ospite e realizzare il 19-24, lo stesso giocatore però non si ripete l’azione successiva collezionando uno 0/2 ai liberi che avrebbe riportato Torino ad un solo possesso. Gli uomini di Pillastrini però ricacciano subito indietro il team di casa con una tripla di Evangelisti ed un canestro da fuori di Steele che per questioni di centimetri è giudicato da due dagli arbitri. Il contro break di 8-0 è chiuso sempre dall’ex di giornata Evangelisti (seconda tripla) che costringe Perdichizzi ad interrompere il gioco col tabellone che recita il più 13 in favore degli avversari (19-32). La musica non cambia dopo la mini pausa, Bowers al limite dei ventiquattro secondi infila l’ennesima conclusione dall’arco dei piemontesi (6/11 per il 55% complessivo al tiro) che fa sprofondare a meno 16 Barcellona. La partita vide di continui parziali e contro break, infatti la risposta di Barcellona è finalizzata dalla coppia di lunghi giallorossa composta da Fantoni e Toppo, seguiti a ruota dal tiro pesante di Collins, primi punti per l’ex Caserta, che completa una striscia di 7-0 fissando il punteggio sul 26-35. Capitan Maresca si conferma l’uomo più indicato per perforare la difesa ospite, una sua penetrazione regala due liberi, poi trasformati dall’ex capitano di Montegranaro e la Sigma è nuovamente in scia agli avversari. L’ultima azione del primo tempo è ben gestita dai piemontesi che con Steele segnano il canestro che vale un rassicurante più nove alla pausa lunga (28-37). La reazione del team del Longano nei secondi dieci minuti c’è stata come dimostra il parziale di 20-18 del secondo quarto ma Torino continua a rimanere assoluta padrone del campo grazie all’avvio poderoso avuto nei primi minuti di gioco. Da sottolineare che nessun giocatore è in doppia cifra sui due alti del campo, da sottolineare gli 8 punti di Mancinelli e Bowers, mentre in casa Sigma le difficoltà in fase realizzativa sono palesi come dimostrato dal fatto che i migliori marcatori di squadra sono il capitano Maresca ed il lungo Fantoni con appena 6 punti.
Al ritorno in campo coach Perdichizzi conferma il quintetto inziale con Fantoni preferito a Toppo, Torino s’affida agli uomini più esperti come Amoroso e Mancinelli. Il primo canestro della ripresa è un tiro da tre dell’ex Reggio Filloy che riporta a due soli possessi la Sigma (31-37), Bowers però si conferma il più ispirato fra i suoi concludendo una veloce transizione a canestro, due punti che lo fanno salire in doppia cifra, primo uomo del match. Barcellona sembra più carica rispetto al primo tempo e risponde prontamente con la seconda tripla ravvicinata di Filloy (34-39). La difesa giallorossa lavora con profitto recuperando palloni su palloni e sporcando le medie di Torino. Squadra che nel momento di difficoltà s’affida alla classe di Mancinelli (12 punti) che realizza due bei canestri nel centro dell’area avversaria. In attacco la Sigma capitalizza una tripla in transizione con Collins e due punti con Maresca che mantengono in linea di galleggiamento i locali (41-44) puniti subito dopo dal doppio viaggio in lunetta dell’ispirato Mancinelli. Young è decisamente nel vivo dell’azione ed un suo canestro da sotto lo testimonia, sul fronte opposto continua ad essere l’ex Nazionale il rebus irrisolto per la difesa di casa che subisce altri due punti (43-48). Le realizzazioni non si contano, per Barcellona muovono il tabellino Collins e Maresca (tripla) mentre Torino riprende quota dall’arco con le conclusioni di Steele e Mancinelli, autore di ben 12 punti nel quarto, portandosi sul più otto, sul 48-56. Nel finale è Bowers a punire una mancata marcatura della difesa di casa e gli ospiti ritrovano il vantaggio in doppia cifra al 30’ (48-58). Barcellona era risalita fino al meno tre riaprendo completamente la gara ma adesso sembra accusare la comprensibile stanchezza per via delle sole sette rotazioni. In vista dei dieci minuti conclusivi servirà un’impresa per ribaltare l’inerzia della gara.

Tim Bowers (Torino)

Tim Bowers (Torino), ha segnato 16 punti

L’ultimo quarto comincia con una palla persa in attacco per la squadra del Longano che nell’azione successiva subisce il canestro di Wojciechowski. Maresca è l’ultimo ad alzare bandiera bianca con un jumper dal centro dell’area (50-60) ma il giocatore polacco di Torino si ripete colpendo le amnesie difensive della Sigma: tira, recupera il rimbalzo e realizza comodamente da sotto il più dodici. Per Perdichizzi un’altra brutta notizia è rappresentata dal quarto fallo di Filloy. A meno di sette minuti dalla fine della partita Barcellona rimane attaccata al match, meno dieci, grazie al contributo dell’indomabile Maresca (15 punti) ma la mazzata è il repentino quinto fallo di Filloy, che esclude l’ex Reggio dalla gara. Le percentuali delle due squadre si riabbassano notevolmente (mini parziale di 6-4 in oltre cinque minuti). Le distanze tra le due squadre rimangono tali per via del botta e risposta tra il barcellonese Young e la pronta replica di Evangelisti (54-64). Troppe palle perse da parte dei padroni di casa con la spinta del pubblico del PalAlberti che sembra esaurirsi prematuramente. La difesa di Torino ha gioco facile contro un attacco di casa che fa enorme fatica, Amoroso dalla lunetta ed una penetrazione di Steele allungano le distanze tra le due compagini con unmatch che ha preso chiaramente la strada di Torino. Gergati non ha pietà degli avversari e dalla lunetta porta nuovamente a sedici i punti di vantaggio (54-70). Barcellona vuole salvare l’onore di fronte al pubblico amico ed i canestri di Fantoni, da sotto, Young e Pinton su palla rubata seppur tardivi servono a ravvivare il finale della sfida (60-70). L’ennesimo gancio della serata di Mancinelli (Mvp con 22 punti ed altrettanti di valutazione) chiude i giochi con meno di due minuti da giocare sul cronometro. La Sigma non ci sta e profonde il massimo impegno, prima segna Collins dalla lunetta, poi Young copre tutto il campo in coast to coast. Risponde Bowers col canestro della staffa prima della conclusione da tre di Collins (69-74) che aumenta il rammarico in casa Barcellona per quel che poteva essere e non è stato. Il finale è di 76-69 per via dei liberi conclusivi di Bowers. Numeri completamenti opposti tra le due squadre, è la terza vittoria consecutiva per Torino che prosegue la rincorsa alla capolista Trento, oggi sconfitta e distante un solo successo, mentre per Barcellona il dato è impietoso: si tratta del quarto ko consecutivo, il terzo casalingo ed il sesto stagionale con una classifica che ora comincia a preoccupare. Il presidente Bonina nel dopo gara si assume in prima persona di adottare tutte le decisioni del caso per uscire da questo momento difficile e riprendere la corsa verso le posizioni di classifica che competono a questa squadra. Senza dimenticare che dopo le feste natalizie sabato 28 dicembre sarà nuovamente campionato con la difficile trasferta di Napoli.

Il miglior realizzatore della serata Stefano Mancinelli, autore di 22 punti

Il miglior realizzatore della serata Stefano Mancinelli, autore di 22 punti per Torino

Sigma Barcellona-Manital Torino 69-76
Parziali: 8-19; 28-37 (20-18); 48-58 (20-21); 69-76 (21-18)
Sigma Barcellona: Young 13, Dispinzeri ne, Toppo 5, Maresca (k) 17, Collins 13, De Leo ne, Filloy 9, Iurato , Pinton 4, Fantoni 8. All: Perdichizzi
Torino: Stojkov, Mancinelli 22, Evangelisti 8, Baldasso, Sandri, Amoroso 4, Wojcechowski 11, Steele 11, Bowers 16, Gergati 4. All: Pillastrini
Arbitri: Ciano, Borgo e Wassermann

Questo il video con le migliori azioni della sfida tra Sigma Barcellona e Manital Torino:

Commenta su Facebook

commenti