I Tigers Forlì corsari a Patti. Non basta una prestazione coraggiosa allo Sport è Cultura

Busco (Patti-Forlì)

I Tigers Forlì espugnano Patti col risultato di 69-82 al termine di una partita dura, intensa e complicata, come ampiamente previsto, contro una Patti mai doma pur priva del suo leader Gullo. Ora la Global Sistemi Forlì è sesta, e attende solo la matematica per certificare l’accesso ai primi storici playoff, alla prima partecipazione ad un campionato di Serie B. Prossimo match, in casa, alle ore 17:30, sabato 8 aprile contro Viterbo, ultima in classifica.

Partita avvincente al PalaSerranò, dove gli arancioneri forlivesi, avanti anche di 15 nel terzo quarto, non hanno mai avuto l’occasione di chiudere definitivamente il match. Merito di una combattiva Patti, che sotto le bombe di Bolletta e le penetrazioni di Cicivè, ricuciono i continui tentativi di fuga dei romagnoli.

Nel primo tempo i Tigers Forlì fanno buona guardia sotto canestro, in difesa, mentre in attacco prediligono le soluzioni balistiche alle penetrazioni. Provano subito a scappare via, i ragazzi di Di Lorenzo, e Carraretto segna, col piede sull’arco, il 4-11 per Forlì al 5’13”. Inizia quindi una serie infinita di bombe, che tiene a galla Patti. Carraretto risponde dall’arco a Busco e Bolletta, mentre al 7’16” è Antonino Sidoti, con 2 triple consecutive, a dare il primo vantaggio interno, sul 16-14. Ghirelli cambia Carraretto e subito il numero 25 arancionero si iscrive alla sagra delle triple, per l’immediato contro sorpasso. Chiude il primo quarto, neanche a dirlo, la tripla di capitan Rombaldoni, che vale il 16-22 Tigers.

Sidoti (Patti-Forlì)

Nel secondo quarto Patti alza il livello muscolare della partita e si riporta subito sotto, facendo presagire nubi oscure all’orizzonte. E’ Cicivè a segnare e subire fallo da Forti, per il gioco da 3 punti che vale l’immediato 19-22. Il secondo fallo consecutivo di Forti consiglia a Di Lorenzo il cambio del numero 4 con Joel Myers. Sarà proprio nel segno del numero 10 arancionero il 2° quarto. Mentre Patti continua ad usare la spada, Myers colpisce di fioretto, dall’arco, e dispensa assist ai compagni. Sono proprio 2 triple di Myers a togliere le castagne dal fuoco sul 29 pari. Forlì ha anche sostanza sotto canestro da Cicognani che, insieme alle triple di Agatensi e Villani, realizza i punti che mandano le squadre negli spogliatoi sul 34-45.

Gli ultimi 2 quarti sono caratterizzati da un gioco estremamente fisico, poco accattivante per gli esteti, ma nel quale Forlì trova ottime risposte sotto canestro, nel gioco sporco, quello che per intenderci non traspare dalle statistiche, da Cicognani e Bartolucci. La Global Sistemi è più precisa al tiro, mentre Patti sbaglia molto da sotto, e sono le fiammate dall’arco, quando non da distanza siderale, di Bolletta e Antonino Sidoti a riportare sempre sotto i padroni di casa, che al 30′ sono sotto solo di 8.

Nell’ultimo quarto si fanno sentire stanchezza e frustrazione per una Patti davvero tutto cuore. E’ il quarto di Villani, che si apre con l’ottima penetrazione di Carraretto, e la bomba di Ghirelli su assist di Joel Myers. Quindi è Rombaldoni, dall’arco, a fissare il +14, 54-68. Di qui inizia il finale di Christian Villani, fatto di esperienza e concretezza, con le bombe di Patti vanificate dal numero 9 liviense. A 90 secondi dalla fine, Patti è comunque ancora lì, 65-73, ma prima Myers dalla lunetta e poi Villani, sul quale viene fischiato antispotivo a 28”, mettono il risultato in ghiaccio sul 69-78. Di lì in avanti solo viaggi in lunetta per i Tigers Forlì, che portano a casa un risultato davvero importante. Dietro vincono tutte, a parte la LUISS, sconfitta dalla Vis Nova ma, per i playoff, manca ormai di fatto solamente la matematica.

Sport è Cultura Patti

Bolletta al tiro in sospensione, 27 punti per lui

Per Patti invece la testa va al match contro la Vis Roma, fresca vincitrice nell’anticipo contro la Luiss. Una squadra che sta esprimendo il meglio sul finale di campionato che vorrà a tutti i costi mantenere la quintultima posizione in vista dei playout. Patti, che dovrà ancora fare a meno di Gullo, da valutare invece  le condizioni di Cusenza, sicuramente scenderà in campo con la voglia di fare il colpaccio, nonostante gli infortuni e le rotazioni limitate. L’appuntamento è per sabato 8 aprile alle 18.30 all’Honey Sport City a Roma.

Tigers Forlì-Sport Patti 69-82
Parziali: (16-22; 18-23; 16-13; 19-24
Sport è Cultura Patti: Bolletta 27 (5/7, 5/13), Ant. Sidoti 20 (1/5, 4/11), Cicivè 14 (4/11, 0/0), Busco 5 (1/6, 1/4), Mazzullo 2 (1/2, 0/1), Costantino 1 (0/0, 0/1), Waldner 0 (0/1, 0/0), Al. Sidoti 0 (0/0, 0/1). All: Sidoti
Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 31 9 + 22 (Luca Bolletta 11) – Assist: 15 (Giorgio Busco 5)
Tigers Global Sistemi Forli: Villani 24 (3/6, 2/4), Carraretto 13 (3/4, 2/8), Myers 12 (0/1, 3/6), Cicognani 9 (2/3, 0/0), Rombaldoni 8 (1/2, 2/7), Ghirelli 8 (1/3, 2/3), Forti 5 (1/1, 1/4), Agatensi 3 (0/0, 1/2), Bartolucci 0 (0/0, 0/1. All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Marino Mambelli e Alessandro Moschini.
Tiri liberi: 21 / 25 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Christian Villani 8) – Assist: 18 (Rodolfo Rombaldoni 8)

Commenta su Facebook

commenti