Terzo successo per l’Orsa Barcellona. La Fortitudo Messina sogna per un tempo

Fortitudo MessinaFortitudo Messina

Terzo impegno stagionale per la Fortitudo Messina e terza sconfitta ancora una volta maturata nella seconda parte del match. Come nei due precedenti, Fortitudo alla pari e per lunghi tratti anche superiore all’avversario di turno. Poi un terzo parziale da dimenticare ed una reazione nervosa nel finale che però non è sufficiente per portare a casa i primi punti del campionato. Baldaro propone qualche novità nel quintetto di partenza. Subito in campo Bianchi e Di Nezza con Incitti, Bellomo e Deconescu. Quintetto di Barcellona con Salvatico, Osman, Sindoni, Bernath e Oterson.

Parte bene la squadra di casa con Di Nezza, Bianchi e Incitti che tengono alto il ritmo e Barcellona che fatica un po’ a star dietro ai messinesi. Ma ci pensa Alberione a tenere i suoi in scia e primo quarto che vede la miglior Fortitudo della stagione chiudere il parziale avanti d 3 lunghezze sul 17-14. Nel secondo quarto la squadra di casa tenta l’allungo e Baldaro trova buone risorse dalla panchina in De Simone e Cordaro. Barcellona stenta un po’ a decollare ma trova una buona distribuzione di punti con Cortina, Otersons, Sindoni e Alberione. La Fortitudo si fa però preferire e va all’intervallo lungo avanti di 6 lunghezze (34-28).
Al rientro dagli spogliatoi però solito black -out per i padroni di casa. Deconescu si carica troppo presto del terzo e quarto fallo e la difesa di Messina comincia a soffrire un po’ troppo. Tutto ciò consente a Bernath di fare la voce grossa nell’area pitturata e Barcellona vola con un parziale di 21-8 a proprio favore ribaltando l’inerzia del match (finale terzo parziale 42-49).

Antonio Di Nezza

Antonio Di Nezza

Nell’ultimo parziale Messina prova a reagire grazie anche alle generose prove di Di Nezza e Incitti, immarcabili nell’uno contro uno, e degli acciaccati Bellomo e Squillaci che provano a scrollarsi di dosso i problemi fisici che da qualche settimana non gli consentono di poter dare il 100%, entrando nel tabellino dei marcatori solo negli ultimi minuti della partita. Di contro Barcellona allunga grazie anche alle conclusioni da oltre l’arco nei momenti cruciali di Salvatico e Sindoni e tiene a distanza gli avversari andando tanto in lunetta, anche se proprio negli ultimi due minuti della partita subisce il ritorno della squadra di casa rischiando pericolosamente di riaprire il match che però poi chiude con una meritata vittoria.

Mai come in quest’occasione il bicchiere può considerarsi mezzo pieno. Sono evidenti i progressi fatti dalla Fortitudo. Sale il livello tecnico dell’avversario ma sale anche di pari passo la prestazione della squadra che però pecca ancora nella gestione dei momenti cruciali della partita, ciò dovuto probabilmente alla giovane età e della scarsa esperienza di gran parte del roster. Prossimo match sabato 26 a Catania contro l’Alfa, altro impegno sulla carta proibitivo ma da affrontare con lo spirito giusto e con la consapevolezza che questa squadra probabilmente ha espresso ancora solo il 50-60% del proprio potenziale.

Fortitudo Messina – OR.SA. Basket Barcellona 63-71
Parziali: 17-14; 34-28; 42-49
Fortitudo Messina: Incitti 15, Deconescu 7, Cordaro 6, Bellomo 7, Di Nezza 14, Lanza, Barlassina, De Simone 7, Squillaci 2, Bianchi 7, Conteh, Trovatello. Coach D. Baldaro
OR.SA Basket Barcellona: Salvatico 10, Alberione 23, Osman 1, Bernath 14, Sidoti S, Yusuf 2, Sidoti E, Antoniani, Doria, Cortina 6, Oterson 7, Sindoni 8. Coach B. Manzo

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti