Sporting Taormina, capitan Puglia: “La penalizzazione ci ha unito di più”

Lo Sporting Taormina festeggia un gol

Non ti curar di loro ma guarda e passa. Deve essere stato questo il motto dello Sporting Taormina in una settimana segnata dalle polemiche a seguito del successo ottenuto sul campo del Forza Calcio Messina. La compagine guidata da Marco Coppa mercoledì ha anche superato il turno di Coppa Italia ai danni dello Sporting Viagrande, che al cospetto del pubblico amico non è riuscito a ribaltare l’1-0 subito al “Bacigalupo”.

Una fase di gioco

Una fase di gioco

Ancione e compagni hanno dimostrato di avere le idee un po’ appannate soprattutto negli ultimi 16 metri, ma è stata comunque un’occasione importante per tenere alta la concentrazione in vista del campionato: “Era un nostro obiettivo passare il turno e ci siamo riusciti – ha dichiarato il capitano biancoazzurro Mauro Puglia – ora ci prepariamo con serenità alla gara di domenica per riprendere il filo in campionato anche se per la verità non si è mai interrotto, perché credo che il nostro inizio sia più che buono. La nostra forza è quello di vivere alla giornata, di pensare all’avversario partita dopo partita”.

Domenica ci sarà la gara contro l’Orlandina fanalino di coda, match in cui lo Sporting ha tutto da perdere: “Arriviamo bene a questa partita – ha dichiarato Puglia – siamo pronti a scendere in campo e dare tutto ciò che abbiamo nell’arco della gara, abbiamo iniziato bene e sarebbe un peccato fermarci proprio ora oppure lasciare punti per strada in modo banale”.

Lo Sporting Taormina, in azione

Lo Sporting Taormina  in azione

Senza i 3 punti di penalizzazione, la compagine taorminese sarebbe in vetta alla classifica a punteggio pieno ed invece si ritrova a dover rincorrere il Rocca di Caprileone distante appena un punto: “La penalizzazione ci ha dato una grande spinta, abbiamo una carica in più – ha sottolineato – noi il nostro l’abbiamo fatto vincendo la partita sul campo poi il resto sono cose che riguardano la società”.

Una classifica corta e piena di sorprese in un campionato che vede le big un po’ attardate, quindi è possibile sognare ma non troppo: “Stiamo vivendo un momento buono, il nostro primo obiettivo resta la salvezza da raggiungere il prima possibile, poi eventualmente si vedrà. Ritengo che squadre come Igea Virtus, Acireale e Rocca di Caprileone abbiano qualcosa in più di noi, certo sarebbe bello restare la su fino alla fine”.

Commenta su Facebook

commenti