Sodini: “State sereni, torneremo a vincere. In campo una squadra giovanissima”

SodiniSodini dà indicazioni nel corso di un time-out

Dopo il netto ko di Verona, il tecnico dell’Orlandina Marco Sodini invoca equilibrio nei giudizi, rievocando il recente passato: «L’anno scorso ci fu una brutta sconfitta, in casa contro Trapani. Io andai in conferenza stampa, arrabbiandomi moltissimo con i miei giocatori. Ecco, se oggi ripetessi una cosa del genere sarei un imbecille. La squadra scesa in campo aveva un’età media di 22 anni ed eravamo privi del nostro miglior giocatore e ancora di un pivot che possa sostituire Fall. Ora è il momento di supportare una progettualità, che rispetto a quella di Verona è profondamente diversa».

Flavio Gay

Flavio Gay in cabina di regia

Oltre alla panchina corta, ha pesato anche la stanchezza accumulata: «Io sono coerente con le mie scelte, ad inizio anno abbiamo scelto di costruire una squadra giovane. I ragazzi due giorni fa hanno giocato una grande partita contro Piacenza, perdendo poi al supplementare, anche in maniera sciocca. In quella partita i minutaggi dei ragazzi hanno scollinato quota 35 o 40. Era difficile per noi avere le energie per competere contro una squadra forte, non è sempre possibile riuscire a fare certe cose».

«Oggi è il momento di supportare questi ragazzi e di trarne degli insegnamenti per i giovani, come Tintori o i due playmaker. Abbiamo partite da vincere, già a partire da domenica, e non permetterò a nessuno di attaccare i miei giocatori, compresi i giornalisti che chiedono giocatori di esperienza. Noi abbiamo un progetto, basato sulla gioventù e allo sviluppo. Ci sono società che hanno fatto scelte diverse, ma noi abbiamo deciso di fare una scelta di questo tipo per l’anno che è, la sostenibilità e la crescita di questi giocatori. Agli orlandini dico: state sereni, perché noi rivinceremo».

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva