Sodini: “Prestazione convincente ma serve concretezza. Dubbi sull’ultima azione”

Marco SodiniMarco Sodini (foto De Marco)

Per l’Orlandina matura la terza sconfitta consecutiva contro compagini piemontesi. Si ripete il copione delle sfide casalinghe con Tortona e Udine con i paladini che escono sconfitti al fotofinish ma stavolta secondo coach Sodini sono chiari i passi avanti mostrati dalla sua formazione e rimangono i dubbi sui contatti non fischiati nell’ultima azione di gioco. “Per una volta noi che siamo abituati a punteggi alti dobbiamo ascrivere il motivo della sconfitta più agli errori difensivi che a quelli offensivi. Oggi però abbiamo giocato molto più di squadra, siamo stati performanti e abbiamo trovato tiri aperti, ma purtroppo spesso li abbiamo sbagliati nei momenti clou della gara, però questo fa parte del gioco. Non ho rivisto lo scollamento generale emerso a Tortona e Casale, l’incapacità nel giocare insieme e le forzature gratuite al tiro però ribadisco il fatto che io voglio una pallacanestro che punti a finalizzare le azioni nei primi secondi, quantitativamente e qualitativamente in modo migliore e maggiore. E’ però anche vero che esistono gli avversari e Torino, cui io faccio i complimenti per come è uscita dalla difficile situazione sanitaria, è stata molto brava a non farci giocare in campo aperto”.

Simone Bellan

Simone Bellan per il terzo anno a Capo d’Orlando

“Ritengo che questa sfida l’abbiamo giocata meglio di tante altre partite, però serve anche capitalizzare. La nostra valutazione di squadra superiore rispetto a quella di Torino fa capire tanto sulla qualità del nostro match. Mi scuso per l’arrabbiatura finale nell’ultima azione ma resto convinto di quello che ho visto. In più ci sono stati degli errori chiari negli ultimi minuti che non posso accettare come cattivi accoppiamenti difensivi e palle perse gratuite. Abbiamo ambizioni chiare e c’è una società lungimirante alle nostre spalle e dobbiamo essere equilibrati. Se avessimo giocato tre partite come questa pur perdendole avremmo avuto un differente approccio alla prossima sfida. Adesso dobbiamo tornare a vincere perchè pur sapendo che questa è una stagione strana rimane il fatto che abbiamo obiettivi sportivi da conseguire”.

Il rientro di Bellan permette di avere una freccia in più al proprio arco dopo tanto tempo. “Sono molto contento del ritorno di Simone. Lui ha una grande disponibilità e energia, è rientrato dopo un duro infortunio alla mano destra, la mano di tiro, quindi dobbiamo dargli un po’ di tempo, però ritengo che la sua, oggi, sia stata una buona partita. Globalmente tutti hanno dato il loro apporto. Serve concretezza nei momenti chiave specialmente nelle sfide punto a punto. Con Biella la gara va vinta punto, non c’è altro da dire”.

Demis Cavina

Demis Cavina (allenatore Reale Mutua Torino) (allenatore Reale Mutua Torino)

Il coach piemontese Demis Cavina è soddisfatto per un’affermazione conseguita su un parquet difficile contro una squadra che vincendo non avrebbe rubato nulla: “Vittoria importantissima ottenuta in un periodo non facile e in un giorno in cui non facevamo canestro, un copione già visto. Siamo riusciti però a cambiare l’inerzia e la nostra difesa nel secondo tempo. E’ un bel segnale perché il gruppo ha reagito contro un avversario non facile. Avevamo anche una situazione falli non semplice. Abbiamo difeso bene contro una squadra temibile. Contro la loro difesa a zona molto chiusa siamo andati in difficoltà e noi che prendiamo ritmo dal nostro attacco stavolta abbiamo preso fiducia dall’energia della nostra metà campo, di questo sono contento. Nel terzo quarto le bombe ci hanno dato inerzia a favore, gli stessi tiri che invece non sono entrati nel primo quarto su situazioni analoghe. Probabilmente la velocità con cui usciva la palla dalle mani era più alta e performante oltre alla voglia di realizzare. Non è stata una partita stilisticamente bella ma abbiamo giocato contro un avversario che ha nel suo dna l’intensità e una grande qualità offensiva esprimendo un bel basket. Loro ci hanno sempre creduto e sono stati avanti a lungo durante il match per cui elogio i miei ragazzi”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva