Sant’Agata, Formisano: “Buon test, ho fatto giocare chi aveva bisogno di minutaggio”

Paratore e Formisano (Città di S. Agata)

Robusto turn-over per il Città di Sant’Agata nel match di Coppa Italia contro il Camaro finito 1-1 con una rete per tempo. L’allenatore Massimo Formisano commenta: “E’ stato un buon test per entrambe le squadre. Sono contento perché ho fatto ruotare numerosi ragazzi che avevano trovato poco  spazio e chi come Tonino Longo veniva da un infortunio e aveva bisogno di minutaggio. Abbiamo inoltre sfruttato Bontempo che sarebbe titolare in qualunque squadra. Affrontavamo una squadra ben messa tatticamente che ci ha dato subito del filo da torcere. Siamo andati in vantaggio su una loro disattenzione, poi abbiamo avuto la conferma che sono un’ottima compagine. Nel finale siamo venuti bene fuori, avendo messo peso in mezzo al campo. Abbiamo avuto qualche occasione, c’era forse un rigore per noi. Mi dispiace, ma ci prepariamo per la sfida con il Biancavilla”.

Massimo Formisano, allenatore del Sant'Agata (foto La Marca)

Massimo Formisano, allenatore del Sant’Agata (foto La Marca)

Un inedito 4-2-3-1 in avvio. “Dobbiamo abituarci a giocare in qualsiasi modo. L’importante è che i ragazzi si sacrifichino, lo hanno fatto anche con un modulo che abbiamo provato poco in settimana. Ho tratto indicazioni importanti ed ho avuto conferme da Bontempo e dai giovani che avevano giocato di meno. Davanti ho ruotato un po’ tutti ed anche in mezzo al campo”.

Buone notizie, infine, dall’infermeria: “Credo di aver recuperato tutti, oggi abbiamo anche voluto dare riposo a chi non si era fermato da un mese. Mario Russo si è allenato, come dovrebbe essere dei nostri Boris Zingales. Metteremo in campo la migliore formazione possibile per affrontare il Biancavilla”.

Commenta su Facebook

commenti