S.S. Milazzo, Rasà: “Con il Valdinisi per vincere. Il mercato incide sul campionato”

Esultanza Ss Milazzo

Riprendere la corsa e tornare a vincere, anche se non sarà facile. Dalla gara in casa del Valdinisi, l’S.S. Milazzo vuole tornare a casa con i tre punti, dopo il pareggio interno con lo Sporting Taormina che l’ha allontanato dalla vetta, adesso distante cinque lunghezze. Nulla però è deciso, in un campionato che, contro ogni pronostico della vigilia, sta lasciando seconde chance un po’ a tutti.

L’S.S. Milazzo può contare sull’apporto dei tifosi

Per Rosario Rasà non conviene perdere altro terreno rispetto alle dirette concorrenti: “Il Valdinisi è la classica squadra di categoria, tosta, difficile da affrontare, ben messa in campo e che la butterà molto sull’agonismo. Sarà difficile vincere ma dobbiamo farlo, la distanza dalla vetta è di cinque punti e non possiamo permetterci di perdere altri punti, anche se il campionato è ancora lungo. Alcuni episodi ci hanno danneggiato ad inizio stagione, penso alla partita persa a Palagonia dove abbiamo subito gol nell’unico tiro subito dopo aver disputato un’ottima gara. Mi riferisco anche alla partita con la Jonica, nella quale all’ultimo minuto è stato annullato quel mio gol apparso a tutti regolare, così come nella sfida col Calatabiano abbiamo subito il gol del pareggio in modo discutibile. Quindi ritengo che questi episodi sin qui ci siano costati almeno cinque o sei punti”.

Rosario Rasà

La compagine mamertina ha affrontato tutte le big del campionato, eccezion fatta per l’Atletico Messina. Rasà stila la sua personale classifica: “Sicuramente quella che mi ha impressionato di più è la Jonica, forte tecnicamente e atleticamente. L’Aci Sant’Antonio sicuramente merita di stare in testa, ha avuto un percorso più regolare, è una squadra tosta e rocciosa che con la sua aggressività ti mette in difficoltà, ma la Jonica forse ha qualcosa in più. L’Atletico Messina ha tre-quattro giocatori che farebbero la fortuna di squadre di categoria superiore, li conosco bene e lotteranno anche loro fino alla fine. Sin qui è stato un campionato molto livellato, ma credo che come ogni anno inciderà molto il mercato di dicembre. Chi è in lotta per la promozione si rinforzerà ulteriormente, tra due mesi inizieremo a vedere un campionato completamente diverso rispetto a quello visto fin qui”.

La prossima finestra di mercato non vedrà Rasà tra i protagonisti. Il suo futuro, infatti, è solo a tinte rossoblù: “Sto bene qui, ho la fiducia della società, del mister e dei miei compagni, c’è un bell’ambiente e un progetto serio. Ho la fortuna di essere in una piazza in cui si può contare sull’apporto dei tifosi, cosa che difficilmente si vede in Promozione. Credo che una passione così grande nonostante la categoria si possa vedere solo qui e Barcellona, altra piazza in cui sono stato qualche anno fa. Posso garantire che sono le due piazze più importanti della provincia messinese”.

Commenta su Facebook

commenti