Rocca, Lucarelli si gode il momento magico: “Superate le difficoltà da squadra”

Gli undici titolari scesi in campo del Rocca

Il successo in extremis ottenuto contro il lanciato Troina ha fatto balzare il Rocca di Caprileone in testa alla classifica, complice anche la penalizzazione inflitta allo Sporting Taormina. I risultati ottenuti dai ragazzi di Carmelo Ricciardello hanno comunque dell’incredibile, soprattutto se si pensa al caos che si è venuto a creare poco più di un mese fa, con il tumultuoso allontanamento di Pasquale Ferrara. La compagine biancoblù ha dimostrato di essere una squadra vera, composta da ragazzi seri e con gli attributi, capace di saper sovvertire ogni pronostico. Il campionato è ancora una pagina bianca tutta da scrivere, le corazzate faranno valere il proprio peso ma il magic moment del Rocca è assolutamente meritato.

Max Lucarelli, autore del gol partita

Lucarelli, autore del gol partita

Il Troina si presentava al “Comunale” forte dei tre successi ottenuti in altrettante gare, ne è uscita fuori una gara scoppiettante terminata con un pirotecnico 3-2 in favore dei padroni di casa: “E’ stata una gara bella, intensa ed emozionante – ha dichiarato Maximiliano Lucarelli è vero che cinque gol in una sfida d’Eccellenza non si vedono tutti i giorni ma questo denota come davanti ci fossero due squadre che non mollano di un centimetro e che faranno sudare, e parecchio, i propri avversari. E’ stata una gara equilibrata, probabilmente il pareggio era il risultato più giusto anche se ad un certo punto della gara sia noi che loro abbiamo provato a vincere ed è andata bene”.

Proprio il suo gol al 95’ ha regalato ai suoi compagni il successo che vale il primato: “Non potevo fare altro che calciare al volo, ho raccolto l’assist del mio compagno sugli sviluppi di un calcio d’angolo e fortunatamente è andata bene”.

Lucarelli tiene a bada Fiumara

Lucarelli del Rocca nell’amichevole disputata in estate contro il Messina

La mente corre subito a quei giorni difficili d’inizio settembre e l’allontanamento di mister Ferrara: “Ci siamo guardati in faccia e abbiamo deciso che l’unico modo per poter riprendere la retta via era il lavoro – ha dichiarato – siamo un grande spogliatoio, ne siamo usciti da squadra e questo è quello che conta. Credo che i risultati che stiamo raggiungendo siano la giusta ricompensa per gli sforzi fatti in queste settimane”.

Guai però a montarsi la testa, perché le insidie in questo campionato sono sempre dietro l’angolo: “Godiamoci questo momento e basta, nessuno di noi parla di promozione. Siamo ben consapevoli che le squadre che devono vincere questo torneo sono altre, noi siamo rappresentiamo la sorpresa che sta mettendo i punti da parte per raggiungere la salvezza quanto prima”.

Commenta su Facebook

commenti