Riscatto Milazzo: 2-0 alla Messana nello scontro diretto. In panca torna Venuto

MilazzoIl Milazzo supera 2-0 la Messana (foto Nino La Rosa)

Pronto riscatto del Milazzo che supera 2-0 la Messana in una sorta di spareggio per la zona play-off. I rossoblù hanno messo in campo la personalità e la determinazione che sono mancate nella maggior parte delle gare precedenti e riacquistano un po’ di serenità dopo il ko di Rocca di Caprileone, sfociato nelle dimissioni di mister Nastasi. L’avversario era uno dei più scomodi da affrontare: la formazione della Messana, fra le più brillanti e insidiose nell’attuale fase della stagione, ma Matinella e compagni hanno tirato fuori l’orgoglio e portato a casa tre punti meritati e fondamentali per la rincorsa a posizioni più nobili di classifica, in attesa che venga ufficializzato il nome del nuovo tecnico.

Milazzo

Una fase della sfida tra Milazzo e Gescal

Certamente il primo gol, quello di Arena, è frutto di un doppio errore della retroguardia di mister Lucà ma il Milazzo ha poi legittimato il vantaggio rischiando solo in un’occasione quando Hoxhaj ha salvato il risultato con un intervento prodigioso. Nel finale, dopo qualche ripartenza non sfruttata a dovere, è arrivato il gol del raddoppio che ha messo in cassaforte il risultato e lasciato definitivamente alle spalle un periodo complicato.

La cronaca. Dopo due giornate torna capitan Matinella al centro della difesa. Indisponibili Laquidara, Dushkaj e Cernuto (sulla via del completo recupero) e il lungodegente Cafarella mentre Mandanici ha salutato il gruppo. Al 6′ colpo di testa di Leo su punizione dalla destra, palla fuori. La Messana risponde con un’insidiosa iniziativa di Mondello, pescato ottimamente da Ardiri, che calcia quasi dalla linea di fondo: Hoxhaj è attento e copre il palo di competenza respingendo con i piedi. Al 21′ Misiti raccoglie la sfera e dal limite calcia verso l’angolino basso, Ciraolo si distende alla propria destra e devia in corner. Il Milazzo guadagna campo col passare dei minuti e produce un doppio tentativo di Dama, prima al 31′ con una girata dal limite deviata oltre la traversa e successivamente al 43′ quando calcia debolmente di piatto dalla medesima posizione creando qualche apprensione a Ciraolo che respinge.

Milazzo

Anthony Arena ancora a segno per il Milazzo

Dopo centocinquanta secondi dall’inizio della ripresa arriva il vantaggio rossoblù, in maniera rocambolesca: passaggio indietro di Romeo per Cordima che svirgola, medesima sorte per il portiere Ciraolo, sul pallone si avventa Arena che dal limite dell’area deposita in rete a porta vuota, siglando un gol simile a quello con la Polisportiva Gioiosa. Al 52′ ripartenza dei mamertini con Misiti che percorre una decina di metri palla al piede ma calcia fra le braccia di Ciraolo. Al 55′ la più importante chance per la Messana: Mastroieni fugge sulla destra, mette in mezzo quasi dal fondo per Mondello che calcia a botta sicura da breve distanza ma Hoxhaj compie un vero e proprio miracolo respingendo la conclusione. Sul prosieguo dell’azione Ballarò calcia clamorosamente sul palo esterno della porta sguarnita. Dopo il pericolo scampato il Milazzo torna lucido e al 64′ una punizione di Dama dal limite sibila il palo alla sinistra di Ceraolo.

La Messana prova ad attaccare a testa bassa alla ricerca del pari ma Matinella e i compagni di reparto controllano senza rischiare. Si aprono inevitabilmente degli spazi per il contropiede dei rossoblù che nel giro di un minuto sfiorano il raddoppio in due occasioni. All’85’ cavalcata di Leo sulla destra, centro per Calcagno che sceglie il colpo da biliardo dal limite colpendo con il piatto destro, Ceraolo sventa deviando in corner. Sugli sviluppi di questo, l’estremo difensore messinese va a vuoto ma Dama da pochi passi non trova la porta. L’unico tentativo della Messana è un destro di Lillo Cardia dai venti metri, Hoxhaj blocca sicuro. Al 94′ il gol che chiude definitivamente la pratica: ripartenza Milazzo con Dama che difende un pallone a metà campo, scarico a sinistra per Arena che mette in mezzo per Corso: il giovane attaccante penetra in area e batte Ciraolo in uscita, siglando finalmente il suo primo gol stagionale.

Due Torri

Antonio Venuto torna sulla panchina del Milazzo (foto Carmelo Lenzo)

Tre punti pesanti che restituiscono un po’ di fiducia all’ambiente. Adesso però serve continuità di risultati a cinque giornate dal termine della regular season. Non c’è un attimo di respiro: sabato sarà di nuovo campionato all’“Ambiente Stadium” di Bisconte di Messina con l’Atletico. In attesa della tanto agognata ufficializzazione del nuovo allenatore (Antonio Venuto era seduto in tribuna), che certamente renderà felici tantissimi tifosi e appassionati dei colori rossoblù. Per la Messana, scivolata a -2 dai playoff, la fondamentale sfida casalinga con la Polisportiva Gioiosa.

Milazzo – Messana 2-0
Milazzo: Hoxhaj; Leo, Shpellzaj, Matinella, Brunetto (60′ Ferlazzo); Misiti (65′ Corso), Calcagno (91′ Di Bella), Trovato; Recupero (65′ Cardia), Dama, Arena A. . A disposizione: Fassari,, Irrera, Maio, Coulibaly, Parisi.
Messana: Ciraolo, Iovine (73′ Arrigo), Romeo (91′ Bardetta), Ardiri, Cordima, Angrisani (46′ Ballarò), Giordano, Brancati (77′ Russo), Mastroieni, Cardia, Mondello. A disposizione: Arena C. , Arena G., Foti, Bosco. All. Munago.
Marcatori:47′ Arena A., 94′ Corso.
Note: ammoniti Calcagno (Mi), Angrisani (Me), Iovine (Mi), Cordima (Me), Matinella (Mi), Romeo (Me).
Arbitro: Alessi di Palermo. Assistenti: Ferrara e Valenti di Palermo.

The following two tabs change content below.