Promozione – Amante, con l’Igea la vendetta dell’ex. “A Viagrande sto bene, ma senza rinforzi si rischia di retrocedere”

L'attaccante Peppe Amante con la maglia biancazzurra dello Sporting Viagrande, durante il match con l'Igea Virtus
L'attaccante Peppe Amante con la maglia biancazzurra dello Sporting Viagrande, durante l'ultimo match con l'Igea Virtus (Foto di Puccio Rotella)

L’attaccante Peppe Amante con la maglia biancazzurra dello Sporting Viagrande, durante l’ultimo match con l’Igea Virtus (Foto di Puccio Rotella)

Domenica scorsa si è tolto lo sfizio del cosiddetto “gol dell’ex” contribuendo in maniera determinante al successo casalingo del suo Sporting Viagrande, a spese dell’Igea Virtus nelle cui file aveva militato tra settembre e dicembre 2012 (7 reti in quindici partite). Riflettori puntati sul bomber messinese Peppe Amante che, con l’ultima segnatura, è salito a quota 4 reti personali (“tutte su azione”, come tiene a sottolineare con orgoglio) in nove gare disputate nel primo torneo di Eccellenza della sua carriera. Un bottino da non disprezzare per un esordiente nella massima categoria regionale, ma che ovviamente può e deve essere migliorato, per il bene della propria squadra ma anche per le fortune del giocatore che, come qualsiasi attaccante, punta a raggiungere al più presto possibile la “doppia cifra”.

Tre punti, quelli con l’Igea Virtus, equivalenti a una boccata d’ossigeno per lo Sporting Viagrande, che lascia le ultime due posizioni del girone B di Eccellenza (quelle che a fine campionato costano la retrocessione diretta) per salire a quota 8 punti, al terz’ultimo che vale i possibili play-out salvezza. “A Viagrande sto benissimo – esordisce Amante  – e la mia prima avventura in Eccellenza  si sta rivelando per me un’esperienza bellissima. Ci sono quattro-cinque squadre abbastanza forti, per il resto regna un certo equilibrio. Certo, rispetto alla Promozione posso dire di aver trovato un livello nettamente superiore”.

Poi il giocatore messinese passa a soffermarsi sulla precaria situazione di classifica della propria attuale squadra.  E, in vista della prossima finestra di calciomercato fissata per dicembre, preferisce lanciare a chiare lettere il proprio messaggio sin da adesso, e  dopo una vittoria di cui è stato uno dei principali artefici. “Premetto che sono molto grato al presidente e alla società dello Sporting Viagrande che per me affrontano notevoli sacrifici – aggiunge Amante -. Pertanto farò di tutto per onorare sino in fondo l’impegno preso con loro, ma se vogliamo salvarci è fondamentale rinforzare la squadra con almeno tre elementi di categoria abituati a lottare per la permanenza. Qualora ciò io non avvenisse, a dicembre io prenderei in seria considerazione l’ipotesi di accasarmi altrove: già ora  le offerte non mi mancano, sia dall’Eccellenza che da diverse squadre di Promozione che puntano al salto di categoria”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti