Pitino: “Due strade per la salvezza. Piovaccari dà carattere, bene la difesa”

Curva SudOltre 700 i sostenitori presenti in Curva Sud (foto Paolo Furrer)

Il direttore sportivo del Messina Marcello Pitino è soddisfatto per il determinante successo ottenuto contro il Potenza, il sesto della stagione, il secondo del mese di febbraio dopo l’impresa di Bari: “Era importantissimo riprendere il cammino interrotto a Monterosi, contro una squadra che ha realizzato tre gol alla Paganese e che si è rivelato un avversario più difficile di quanto si potesse immaginare alla vigilia. La squadra nelle ultime partite stava migliorando. Giocare ogni tre giorni non è facile e così mantenere alta l’attenzione, soprattutto quando affronti trasferte lunghe e devi gestire calciatori che in questo momento non sono al top della condizione”. 

Marcello Pitino

Il direttore sportivo del Messina Marcello Pitino

Nella ripresa il successo è stato legittimata: “Nel primo tempo abbiamo un po’ sofferto ma alla distanza la squadra ha voluto vincere la partita e mantenere la porta inviolata, a differenza di quanto era accaduto negli ultimi tempi. La difesa deve crescere in autostima anche perché il gol lo facciamo sempre. Chi è subentrato si è fatto trovare pronto e ha contribuito alla conquista della vittoria. Abbiamo raddoppiato e potevamo segnare ancora. Contano i tre punti, ora prepariamo la gara di martedì con il Monopoli“.

Ora il margine acquisito sulla Fidelis Andria fa ben sperare in ottica permanenza: “Gara dopo gara dobbiamo mettere dei mattoni uno sopra l’altro. Sarebbe importante tirarsi fuori dalla zona play-out ma allo stesso modo lo è allungare rispetto alle avversarie che abbiamo sotto: potrebbero esserci due strade per la salvezza diretta”. 

Manfredi e Bellantoni

Il consulente del club Lello Manfredi e il delegato gestione eventi Giuseppe Bellantoni (foto Paolo Furrer)

In rete due dei calciatori più incisivi in questo mese, Fofana e Piovaccari, che si completa al meglio con Adorante: Federico ha innalzato il carattere e il temperamento della squadra e se fa anche gol è il massimo. Sono due attaccanti che possono coesistere tranquillamente e sono stati scelti per questo. Andrea non è in grandissima condizione, ha tirato a lungo la carretta e probabilmente questo aspetto sta pesando. Ma con una spalla così potrà crescere e mostrare le sue doti”.

Piovaccari è arrivato dopo la mancata firma di Curiale, che si è accordato con la Vibonese: “Ha fatto un’altra scelta. Piovaccari era nei nostri pensieri già da prima, ma la Paganese in un primo momento non lo cedeva e lui non voleva allontanarsi da Salerno, dove risiede la famiglia. Non appena ha interrotto il rapporto con loro abbiamo definito”.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma