Pistunina retrocesso in Promozione, passeggia l’Acireale del neo-presidente Stracuzzi

Il Pistunina è vicinissimo al ripescaggio (foto Menolascina)

Dura appena un anno l’avventura del Pistunina nel campionato di Eccellenza. Il club della famiglia Velardo, ripescato lo scorso agosto con la volontà di festeggiare il 50esimo anniversario della fondazione, retrocede direttamente con due giornate di anticipo e chiude il campionato al terzultimo posto. Sconfitto di rimonta al “Santa Margherita“, per 2-3, da un Giarre, costretto a vincere per evitare di rimanere ulteriormente invischiato nella lotta per non retrocedere, il Pistunina fa anche saltare un playout per la regola del +10. Ma tornando alla gara, i rossoneri di Romeo partono forte e si portano sul 2-0 coi gol di Buscema e Gazzè nel primo tempo. Nella ripresa i tre gol degli etnei, che rimettono i conti in pari con Famà e Leotta ed all’89’ si regalano al salvezza diretta con la rete del definitivo sorpasso firmata Dadone.

Il nuovo vice-presidente del club granata, Piero Oliveri, incontra il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo

Intanto, al “San Gaetano” di Belpasso, finisce 1-8 la sfida tra la già retrocessa formazione locale e la vice-capolista Acireale. La formazione granata, divenuta ieri proprietà di Natale Stracuzzi, neo-presidente, infierisce sull’avversario di giornata e si prepara alla sfida di domenica prossima contro lo Scordia, oltre che alla conferenza stampa di presentazione della nuova dirigenza che avrà luogo lunedì, alle 16:30, nella sala “Pinella Musumeci”, sita nella villa Belvedere di Acireale.

Domani previste le altre sfide, tre delle quali potrebbero delineare definitivamente l’assetto della classifica. Lo Scordia ospiterà il Sant’Agata per giocarsi le residue chance in chiave play-off, mentre Real Avola-Rocca di Caprileone e Biancavilla-Sporting Viagrande sono dei veri e propri turni aggiuntivi dei playout. E se oggi il Pistunina è la terza squadra a lasciare il raggruppamento, c’è già un sostituto proprio nella città dello Stretto: è il Camaro, campione del campionato di Promozione “C” con due turni di anticipo. Alla finestra, primo nel girone D e già con lo spumante in frigo, ci sarebbe anche l’Atletico Catania di Franco Proto

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti