Il CUS Unime cede nel big match, superata a domicilio dalla Waterpolo Catania

Con il finale di 11-8 alla Piscina Francesco Scuderi di Catania il CUS Unime viene superato dai padroni di casa della Watepolo Catania, nel big match di giornata che metteva in palio tre punti importanti per la vetta della classifica. Partita bella e combattuta dal primo all’ultimo minuto, con le due squadre che non si sono risparmiate giocando una bellissima pallanuoto di fronte a tantissimi supporters di casa ed anche a tanti appassionati al seguito dei messinesi. Alla fine, però, hanno la meglio i padroni di casa, bravi ad affondare il colpo al momento giusto. Ai messinesi, invece, è mancata un pizzico di determinazione nella prima parte del match, quando per diverse volte sono passati in vantaggio ma non sono riusciti ad allungare per chiudere i conti.

La partita sin da subito è intensa e divertente. Pronti via ed i padroni di casa passano in vantaggio con l’ex Basile, top scorer dei suoi con 4 reti. I messinesi, entrati in acqua con la giusta concentrazione, in meno di un minuto trovano due volte la via del gol (De Francesco e Balaz). Pareggia Viola per i suoi ma, a 1.15 dalla prima sirena, ancora De Francesco (in grande spolvero con 4 reti a fine incontro) porta avanti gli universitari. Molto intensa anche la seconda frazione: i catanesi prima pareggiano (Riccioli) poi operano il sorpasso con Basile; a 1.50 arriva il pareggio ospite con Namar ed 1 minuto dopo arriva anche il controsorpasso del CUS con Balaz.

pallanuoto

Partita sempre intensa ( f.to Vincenzo Nicita Mauro)

Nei 50 secondi che rimangono, però, un’incredibile imbarcata della difesa cussina fa prendere alla partita una piega totalmente diversa: prima, a 26 secondi dalla sirena, Faro sigla il 5-5 poi, sullo scadere, Scuderi fa esultare i suoi per il nuovo vantaggio della Waterpolo (6-5). Al cambio vasca, galvanizzati dal controsorpasso, i catanesi riescono ad allungare sul +2 ancora con Basile. Per due volte nel corso della terza frazione il CUS Unime tenta di ricucire lo strappo prima con De Francesco e poi con Namar, ma in entrambi i casi i padroni di casa rispondono (con Strano e Viola) e ricacciano gli ospiti a -2, fino a trovare l’allungo decisivo ad inizio del quarto periodo con Scuderi (10-7) e la marcatura della sicurezza con Basile a 4.27 dalla fine (11-7). I messinesi prima della fine trovano l’ottava rete con De Francesco che vale l’11-8 finale.

Con questo successo, dunque, la Waterpolo Catania si assicura il primo posto in solitaria del girone, mentre gli universitari rimangono subito dietro fermi a 27 punti. Tra le inseguitrici guadagna terreno l’Etna Waterpolo (lontana comunque 6 lunghezze dal CUS), vincitrice nell’altro bell’incontro di giornata contro la Polisportiva Acese (8-7). La squadra di Acireale è stata raggiunta dalla RN Auditore, prossimo avversario del CUS Unime alla cittadella sportiva universitaria.

Waterpolo Catania – CUS Unime: 11-8 (2-3, 4-2, 3-2, 2-1)
Waterpolo Catania: Spampinato G., Riccioli 1, Viola 2, Faro 1, Toldonato, Quattrocchi, Arena, Scuderi 2, Strano 1, spampinato M., Scicali, Basile 4, Sfogliano.
CUS Unime: La Tona, Vinci, De Francesco 4, Arcovito, Blandino, Lanfranchi, Aiello, Namar 2, Runza, Naccari, Balaz 2, Cama, Mariani.
Arbitro: Alessio Nicolai

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti