Panarello (VIDEO): “Con i pareggi non si va lontano, bisogna andare a caccia dei tre punti”

Panarello discute con il direttore di gara (foto Giovanni Isolino)
Panarello discute con il direttore di gara (foto Giovanni Isolino)

Panarello discute con il direttore di gara (foto Giovanni Isolino)

I riflettori sono ormai puntati al prossimo confronto casalingo con il Comprensorio Montalto, ma in casa Città di Messina è impossibile non ripensare a quanto sprecato a Noto, dove la formazione allenata da Nino Panarello ha gettato alle ortiche il successo, arricchendo la collezione di rimpianti di un torneo tutto in salita. “C’è tanto rammarico, avremmo potuto vincere” afferma il tecnico peloritano. “Abbiamo pagato a caro prezzo l’ennesimo rigore sbagliato ed un finale di gara giocato in 11 contro 9 nel quale non siamo stati abbastanza lucidi e cattivi per conquistare l’intera posta. Abbiamo letteralmente regalato il primo tempo, mentre nella ripresa si è giocato con un’altra mentalità, ma questo non è stato sufficiente per vincere”.

Un’eventuale affermazione al Palatucci avrebbe consentito al Città di Messina di staccare Due Torri e Vibonese e ridurre il gap dalla zona della salvezza diretta. “In classifica ultimamente è cambiato ben poco. L’Orlandina ed il Pomigliano stanno perdendo colpi, ma noi, il Due Torri e la Vibonese non abbiamo di certo numeri da grande rimonta. Con i pareggi non si va lontano, servono le vittorie e domenica bisognerà andare a caccia dei tre punti. Gli episodi spesso ci sono stati avversi, penso soprattutto agli ultimi tre calci di rigori sbagliati, due dei quali decisivi ai fini del risultato. Non dobbiamo comunque mollare, occorre evitare di perdere ulteriore terreno da chi ci sta davanti. Vogliamo ottenere la salvezza il più presto possibile”.

Il cammino verso la difficile permanenza in Serie D riprenderà domenica dalla sfida casalinga con il Comprensorio Montalto, nono in graduatoria con 31 punti e non ancora definitivamente al sicuro. “Affronteremo una buona squadra, composta da giocatori di categoria. Gli obiettivi sono diversi: noi dobbiamo cercare di salvarci e gli stimoli devono dunque essere maggiori. Al “Celeste”, inoltre la vittoria manca da troppo tempo, a volte ci è sfuggita davvero di un soffio. Arriviamo alla partita senza grossi problemi di formazione, dopo Pino anche Portovenero è vicino al pieno recupero. A livello fisico stiamo bene e lo abbiamo dimostrato nelle ultime uscite”.

L’intervista video con il tecnico del Città di Messina, Nino Panarello:

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com