Orlandina: con Roma vietato sbagliare. Coach Griccioli: “Venderemo cara la pelle”

Nella conferenza pre Orlandina-Roma coach Giulio Griccioli e Sandro Nicevic trasmettono la serenità e la voglia di chi sa che può e deve far meglio. Il campionato è lungo e, come ampiamente previsto, sarà difficile e molto equilibrato. Domenica si tornerà a giocare sulle tavole del PalaFantozzi, l’avversaria di turno sarà la squadra della Capitale, la Virtus Roma di coach Luca Dalmonte, un match da affrontare con tutte le armi possibile, pubblico in primis.
Queste le parole di coach Griccioli alla viglia di una gara già molto importante per il cammino dei biancoazzurri: “Con Roma sarà una gara durissima, esattamente come lo saranno tutte le altre – dichiara coach Giulio Griccioli nella sala stampa “Di Noto” del PalaFantozzi – In Serie A non esistono né gare facili, né gare impossibili. Già dalla prima giornata di campionato era ben chiaro che non si poteva regalare nulla all’avversario. Dispiace aver perso le prime due gare e lascio agli altri la considerazione se fossero gare abbordabili ed adesso arrivano quelle più complicate. Per me le partite sono tutte difficili, dipende da noi ed anche domenica sarà così come le prime due. Noi dobbiamo fare in modo di non regalare nulla a nessuno e vendere cara la pelle ogni volta che calchiamo un parquet. Dovremo fare una gara di grande energia e grande forza mentale. Sarà fondamentale anche l’apporto del pubblico, noi vogliamo togliere lo 0 dalla classifica e abbiamo bisogno di loro. Di fronte però abbiamo una squadra solida come Roma, team che prende parte all’Eurocup, non l’ultima arrivata. Inoltre – continua Griccioli – loro vorranno riscattarsi dall’ultimo match di campionato a Venezia, dovremo difendere con il coltello fra i denti. Loro sono molto energici ed esuberanti atleticamente. Senza Flynn – conclude l’ex tecnico di Scafati – non è certamente una situazione ottimale, ma sia Basile che Freeman possono fungere da play se è il caso. La sua assenza potrebbe essere uno stimolo in più”.

Sandro Nicevic in azione

Sandro Nicevic in azione

Il tecnico senese elenca però le qualità dell’avversario di turno: “Sfideremo una squadra come Roma che ha una struttura ben delineata, dotata di grande atletismo e forza fisica. Dovremo disputare una grande partita. Hanno un assetto particolare con un solo cinque di ruolo ma tutti i giocatori possono intercambiarsi sotto canestro come De Zeeuw, Jones ed Ejim, quest’ultimo parte da tre ma ricopre più ruoli nello stesso contesto. Dalmonte è un allenatore eccellente che fa delle variabili tattiche la propria forza”.
A Bologna la gara non è finita come si sperava, e tra i ragazzi già dal momento successivo all’ultimo suono della sirena serpeggia la voglia di riscattarsi presto. Sandro Nicevic in conferenza fa autocritica e con la sua grande esperienza suona la carica anche per i compagni più giovani: “Sicuramente a Bologna non sono entrato bene in gara e alla fine non sono riuscito a dare tutto ciò di cui la squadra aveva bisogno. È vero mancherà Jonny (Flynn, ndc), ma non dobbiamo pensare a chi manca, siamo un gruppo e dobbiamo crescere insieme. Nascondendosi dietro le scuse non si va da nessuna parte. Questo è un campionato molto equilibrato, e se ragioniamo con la mentalità giusta possiamo giocarcela in tutte le gare”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti