Orlandina, Griccioli: “Per tornare al successo serve la stessa intensità per 40 minuti”

Upea Capo d'OrlandoIl coach Orlandino Giulio Griccioli - Foto Roberta Fazio

Le parole del coach di Capo d’Orlando dopo il ko interno con Cremona, il terzo di fila per la Betaland.

La sconfitta interna contro la Vanoli Cremona, che ha bissato quella ottenuta in Sicilia durante la scorsa stagione, non farà passare in primo piano il nuovo record societario della Betaland Capo d’Orlando. Infatti i paladini hanno ottenuto il primo 100% dalla lunetta in Serie A della loro storia, 13/13 contro Cremona, nuovo record che supera il 95% (19/20) stabilito contro Avellino in Gara 2 dei quarti playoff nel 2007/08.
Al termine dalla gara l’allenatore Giulio Griccioli ha analizzato la sfida. Ecco le sue parole raccolte dalla Gazzetta del Sud: “Vincere ci serviva come il pane per migliorare la situazione di classifica in questo momento, per noi, delicata. Non abbiamo fatto nulla di eccezionale, ma abbiamo disputato una buona partita, vincendo i tre quarti prima dell’ultimo dove abbiamo smesso di giocare. Perché è successo? Questo non me lo so spiegare. Non possiamo sempre aspettarci un fallo e, nei primi 7 miniuti della frazione conclusiva, abbiamo segnato appena due punti. Se smettiamo di eseguire qualcosa di importante, vengono fuori i limiti e gli altri, che a livello atletico ci sovrastano, trovano facilità in campo aperto e, infatti, abbiamo concesso a Cremona di segnare in situazioni abbastanza facili. Bisogna mettersi in testa che la partita bisogna disputarla con la massima intensità per tutti i 40 minuti. In partita dobbiamo essere bravi ed intelligenti a non fermarci semplicemente ai giochi a due”.

Foto di copertina: Roberta Fazio

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma