Il Messana Tremonti incomincia con due vittorie e un gruppo giovane che può crescere

Messana Tremonti 1^ DivisioneLa rosa della Messana Tremonti di Prima Divisione

Non poteva iniziare in maniera migliore il campionato provinciale di Prima Divisione per il Messana Tremonti Volley. Le ragazze guidate in panchina da Norma Pilota hanno collezionato due vittorie in altrettanti incontri disputati. Le arancioni danno continuità al successo ottenuto all’esordio tra le mura interne della Palestra ITC Quasimodo con il Libertas Messina (3 a 2) e si ripetono stavolta nel match con il Messina Volley. Finisce 3 a 1 una partita che non ha risparmiato emozioni con il Messana Tremonti capace di reagire ad un inizio in salita costato il primo set andando a spuntarla nei successivi con autorità.

Il parziale di apertura scorre nel segno dell’equilibrio poi nella fase centrale le gialloblu si portano avanti di qualche punto che conserveranno sino al termine (25 a 19). Secondo set che vede il Messana Tremonti dare più qualità al gioco sia in fase difensiva che nella costruzione delle giocate in attacco andando a imporsi con uno scarto finale di 13 punti (25-12). Nel terzo il Messina Volley abbozza una reazione ma nelle fasi salienti sono sempre le padrone di casa ad allungare il passo sino al definitivo 25 a 21. Quarto set sulla falsariga del secondo con un 25-13 che consegna l’intera posta in palio alla compagine del presidente Mauro Omodei.

Emma Maiolino

Emma Maiolino

Si tratta di un buon inizio per un gruppo che nella sostanza è stato profondamente rinnovato con un ulteriore abbassamento dell’età media del gruppo. Sono tre le under 16 in organico quest’anno: Giusy Ganci, Alice Giordano, Elisabetta Orlando, tutti elementi del 2000. Rosa che comprende le ‘99 Smeralda Lentini e Chiara Biancuzzo, le tre ‘96 Maria Carmen Giuffrè, Vanessa Milazzo, Virginia Romeo. Le più grandi del gruppo sono Emma Maiolino (‘90), Caterina Alibrandi (‘93), già nel gruppo che ha affrontato lo scorso torneo di Prima Divisione, Simona Sciliberto (‘94) e la ‘92 Enrica Danzi. Un gruppo dunque costruito non soltanto pensando al presente ma con margini di crescita notevoli in prospettiva futura.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti