Messana, Picciolo pronto per il Milazzo: “Non abbiamo nulla da perdere”

Otto punti conquistati sui dodici disponibili nelle più recenti quattro giornate, ma soprattutto neanche un gol subito negli ultimi 270 minuti. Stando all’ultimo mese, il campionato della Messana è da alta classifica. Un ruolino di marcia che non ha allontanato la squadra di Lucà dalla zona playout, distante un solo punto, ma che ha dato a tutto il gruppo fiducia, entusiasmo e convinzione, fattori determinanti per una squadra che ambisce alla permanenza in Promozione. Che qualcosa sia cambiato nella testa dei giallorossi era ben chiaro a tutti, i pareggi contro Atletico Messina e Motta pochi mesi fa si sarebbero trasformati in sconfitte dal sapore della beffa.

L’estremo difensore della Messana, Picciolo in presa alta

La differenza con il recente passato sta proprio in questo, nella capacità di saper portare a casa dei punti, così come ribadito dall’estremo difensore Francesco Picciolo, che da tre partite vede la propria porta inviolata: “Stiamo vivendo un bel periodo, quattro risultati utili consecutivi non sono facili da fare in una categoria come questa. Credo che i pareggi contro l’Atletico Messina e il Motta siano comunque diversi. Sabato scorso è stata una sfida equilibrata, poteva accadere di tutto ma così non è stato, quindi tutto sommato il pari è il risultato più giusto. Contro l’Atletico è stata una bella partita da parte nostra, il pareggio ci sta stretto per via delle numerose situazioni che non abbiamo saputo sfruttare. Il non prendere gol è bello certo, ma soprattutto perché così crescono le possibilità di portare punti a casa. Purtroppo non siamo una squadra che segna molto, non tanto per “colpa” dei nostri attaccanti ma per l’atteggiamento delle squadre avversarie. Quindi se si vuole far punti bisogna partire dal non subire gol, ma soprattutto se non si riesce a vincere le partite diventa fondamentale non perderle. Le sconfitte non fanno mai bene per il morale”.

Per la Messana adesso ci sarà l’ostacolo più duro del momento visto che i peloritani saranno ospiti del lanciato Milazzo: “Sono una grande squadra, fatta per il salto di categoria – ha sottolineato Picciolo – vengono da due imprese contro il Siracusa e contro l’Aci S. Antonio, vittorie di prestigio che hanno galvanizzato tutto l’ambiente. Però anche noi stiamo bene, andremo lì senza troppe pressioni perché tutto sommato, guardando la classifica, non abbiamo nulla da perdere. Andremo al “Salmeri” per cercare di fare punti e giocarci la nostra partita”.

Picciolo indica la strada verso la salvezza: “La cosa più importante sarà l’atteggiamento, la capacità di non abbattersi ed essere sempre pronti a battagliare. Sapevamo che il nostro sarebbe stato un campionato di sofferenza e così sarà fino alla fine. Adesso abbiamo tutte le carte in regola per portare a casa l’obiettivo stagionale. Dobbiamo fare la corsa solo su noi stessi, anche perché non ci sentiamo inferiori a nessuna delle squadre che si stanno giocando la salvezza con noi”.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva